Nato a Bari 47 anni fa. Dopo i diplomi (liceo scientifico e geometra), il militare e lavori saltuari, ho svolto per circa 13 anni attività imprenditoriale con la Geostudi Srl, società che  opera  nel  campo  della  geotecnica, geognostica e topografia a supporto della progettazione ed esecuzione di opere di ingegneria civile.  Dal 2006 sono agente di commercio per conto ButanGas SpA.
Durante il liceo scientifico ho conosciuto mia moglie, sposata dopo 10 anni di fidanzamento. Abbiamo un figlio di 12 anni. Astronomia la passione principale.

Una frase che mi caratterizza è :a chi pensa che sfortunatamente non viviamo in un Mondo giusto, io dico che il Mondo è come vogliamo che sia, basta volerlo fare.

Mai avuto tessere politiche e incarichi pubblici. Dal 2008 con il Meetup di Pomezia, da li è stato un crescendo. Tantissime attività di informazione e proposte sul territorio tramite l’associazione Grilli Pometini, raccolta firme leggi popolari e referendum , giungendo alla apertura del M5S Pomezia nel 2010. Aspirante candidato Portavoce alla carica di Sindaco nel 2011 (poi  candidato consigliere), alle Politiche del 2013 candidato alla Camera dei Deputati circ. Lazio 1. Ho sempre proseguito l’impegno costantemente con i Gruppi di Lavoro del M5S Pomezia, dedicando tutto il tempo che posso (mi figlio dice “sempre”), contribuendo, anche mediante attività sul web e decine e decine di incontri, a formulare mozioni, interrogazioni e atti vari nel consiglio Comunale tramite il consigliere del M5S, oltre ad organizzare diverse iniziative sul territorio e svariati punti informativi nei banchetti.

Perché mi candido nuovamente quale Portavoce? Non mi piace fare promesse. Sono anni che perseguo diversi obiettivi: Prevenzione in campo sanitario e non solo (ben prima della Protezione), Lavoro (utilizzando principalmente nostre risorse, oltre a lavorare per vivere e non il contrario), Servizi (Acqua pubblica e priva di tossicità), Rifiuti (come risorsa), Ambiente (ciò che ci circonda), Mobilità alternativa (utenza debole), Trasparenza (il controllo delle attività pubbliche è del Cittadino), Economia (sia gestione del patrimonio che impegnare risorse in funzione della qualità di vita), Conoscenza storica/culturale del territorio (amarlo per difenderlo), Valorizzazione dei beni Comuni (e non svendita).

Essere un Portavoce dei Cittadini, che devono Partecipare direttamente alle scelte, presuppone che gli stessi siano informati e consapevoli. Con i partiti il cittadino unicamente “delega” ed è costretto a barattare anche il più piccolo Diritto, con un favore o riconoscenza al “delegato”, l’unico “depositario” della Politica. Questa la catena da spezzare. Solo così la criminalità organizzata, la corruzione pubblica e privata, gli interessi privati in ambito pubblico conosceranno la parabola discendente. Ed ognuno, nel proprio campo, sarà libero di compiere il proprio dovere. Amministratori pubblici compresi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!