Stralcio del Programma elettorale partecipato che guida la nostra amministrazione M5S a Pomezia: al punto numero n. 8 è riportato testualmente : “Verifica delle convenzioni urbanistiche in essere al fine di recuperare opere destinate alla collettività”
I consiglieri Giuseppe Raspa e Gianfranco Petriachi hanno acquistato le proprie abitazioni (ultimate in ogni sua parte) rispettivamente negli anni 1998 e 1992, ubicate nel quartiere di Torvaianica Alta, dove vivono oltre 5000 persone. Gli stessi consiglieri, nel giugno 2015, insieme agli altri consiglieri del M5S hanno semplicemente ritenuto a dir poco doveroso votare l’annullamento di una variante di piano particolareggiato, in quanto dopo aver approfondito l’esame istruttorio compiuto dagli Uffici tecnici comunali del settore Urbanistica, si è preso atto delle numerose e indubbie criticità, tra cui anomalie procedurali nonché errate valutazioni sul calcolo delle cubature da realizzare, impedendo di fatto l’equa e corretta ripartizione tra le aree destinate a servizi per la collettività e quelle destinate all’edificazione privata.
Cosa risultava, di fatto, dalla pianificazione approvata durante la precedente amministrazione?
0 (zero) mq di verde pubblico
0 (zero) mq di parcheggi pubblici
0 (zero) mq di impianti sportivi
oltre l’inesistenza di una scuola secondaria di secondo grado.

Il tutto a fronte di un aumento di circa ulteriori 3000 abitanti.
Essendo palese che il piano urbanistico in questione non rispetti minimamente la comparazione tra l’interesse pubblico e quello dei privati, determinando un indubbio vantaggio a favore dei vari costruttori e certamente non della collettività, l’annullamento dunque era a dir poco doveroso – e dovuto – al fine di riequilibrare l’evidente sbilanciamento e quindi ripianificare l’area territoriale in esame.
Il valore che i consiglieri (tutti) del M5S hanno voluto aumentare è chiaro: quello della qualità della vita di un’intera città, con la realizzazione di spazi adeguati per bambini ed adulti, l’utilizzo di aree verdi, centri di aggregazione e realizzazione di parcheggi pubblici; il tutto, ripetiamo, nel pieno rispetto del mandato elettorato che i cittadini hanno voluto conferire loro con il voto elettorale del giugno 2013 e sul quale i Consiglieri sono stati impegnati a rispondere.
Per noi del M5S viene sempre e comunque prima l’interesse pubblico, anche in campo urbanistico.
Così è e così sarà anche in futuro. Se ne facciano tutti una ragione

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.4/5 (5 voti espressi)
Verifica convenzioni urbanistiche, 4.4 out of 5 based on 5 ratings
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!