Finalmente!
Dopo oltre un anno e mezzo e diversi passaggi in Conferenza Statuto, oggi si è discusso e votato il Regolamento del Consiglio Comunale, delle Commissioni Consiliari e dell’Accesso agli Atti.
Con questo Regolamento, ad esempio, i consiglieri Comunali percepiscono i gettoni di presenza solo per l’effettiva partecipazione di minimo 75% del tempo dell’adunanza. Mai più passaggi fugaci in Consiglio o apparizioni istantanee in Commissione per prendersi il gettone e sperperare denaro pubblico.
Commissioni Propositive e Consultive per permettere a tutti i consiglieri di lavorare per il bene della città portando avanti proposte fattibili e non chiacchiere.
Durata degli interventi in Consiglio Comunale proporzionata alla specifica funzione del Consigliere nell’assise. Mai più inutili disquisizioni puramente accademiche, con sterili batti e ribatti, ma interventi politici mirati alla spiegazione ed al parere politico sul punto in discussione.

Nel pieno rispetto della funzione che ricopre questo organo, i 2 anni trascorsi sono serviti ad ottenere un Regolamento rispettoso delle leggi vigenti ed atto a fornire a tutti i consiglieri rappresentati dai Capigruppo l’opportunità di proporre migliorie nelle apposite riunioni definite Conferenza Statuto.
I principi che hanno ispirato questo lavoro sono il rispetto del ruolo dei Consiglieri Comunali, il rispetto della funzione che ricoprono, il rispetto dei cittadini che sono rappresentati dai consiglieri comunali, ribadendo la centralità del Consiglio Comunale quale organo di indirizzo e di controllo politico – amministrativo.
Il rispetto di questo organo e dei cittadini la cui vita viene regolata dalle azioni che qui svolgiamo, noi lo abbiamo dimostrato nei fatti dal 1° giorno del nostro insediamento. Solo a titolo di esempio, le adunanze si tengono sempre nelle prime convocazioni, all’ora indicata e nel pieno rispetto delle prerogative dei Consiglieri Comunali. Lo stesso rispetto mostrato dalla Giunta ed in particolare dal Sindaco che non è mai mancato ad un Consiglio Comunale.
Dispiace constatare, per l’ennesima volta, che quasi tutta la minoranza non ha inteso in alcun modo partecipare in maniera propositiva ai lavori di questo Regolamento. Nei verbali che si sono susseguiti non c’è traccia di proposte propositive della minoranza, ma solo meri riferimenti a supposte difformità rispetto le leggi vigenti, senza mai, guarda caso, fare specifico riferimento ad alcun articolo o comma utile a supportare tali posizioni.
Anche oggi nel corso della discussione, abbiamo accolto la richiesta della minoranza di confrontarsi in una riunione, seppur in carattere di eccezionalità e con pochissimo tempo a disposizione.
Il rispetto delle Istituzioni e dei cittadini rappresentati, ora è REGOLAMENTO.
Inoltre oggi abbiamo approvato ulteriori regolamenti non meno importanti, quali quello degli artisti di strada che ora sono riconosciuti dall’Ente Comunale nella loro specificità; delle agevolazioni economiche per iniziative no profit a favore della valorizzazione e promozione del territorio e dello sviluppo culturale/sociale della Comunità; dei patrocini e comitati d’onore.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.8/5 (11 voti espressi)
Regolamenti del Consiglio Comunale, degli artisti di strada, delle agevolazioni economiche e dei patrocini, 4.8 out of 5 based on 11 ratings
Share →

2 Responses to Regolamenti del Consiglio Comunale, degli artisti di strada, delle agevolazioni economiche e dei patrocini

  1. Patrick scrive:

    Mi sento preso in giro. Gettoni di presenza? Soldi in più per essere andati al lavoro? Io a 43 anni hi dovuto sbattere al muro chi mi deve dei soldi per il mio lavoro, in nero s’intende, perché di contributi e malattia non se ne parla… E voi Stronzi pigliate il gettoncino? Sono laureato, sino bravo nel mio mestiere, ne ho fatti una vemticunquina di mestieri, vivo con meno di tre euro al giorno, e Voi avete il coraggio di prendere una gratifica per un lavori che non fate? Il matto sono io, signori, non ho capito niente….

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Patrick scrive:

    Ps gli errori di ortografia sono da attribuire al cellulare da due lire con cui mi collego a internet, visto che non mi posso permettere una linea ADSL… …Niente male per un programmatore e web master che pubblica i siti da un internet caffè… Fatevi un esaminobdi coscenza

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *