Il M5S è Oltre. E lo stiamo dimostrando.
Oltre le logiche di spartizione dei partiti che sostenevano le varie Amministrazioni.
Oltre gli interessi dei singoli consiglieri che, spostandosi in un baleno da destra a sinistra e viceversa, sono soliti rendere conto esclusivamente al proprio bacino di voti. Chi ci sostiene ed ha sostenuto sa bene che agiamo esclusivamente secondo il principio di Comunità.
Oltre i tristi tentativi della minoranza, che dovendo coprire la totale sterilità ed inefficacia in merito alle proposte di delibera (ad oggi, dopo oltre un anno, zero proposte portate in Commissione), tenta spesso in maniera arrogante di sminuire ed impedire le azioni dell’Amministrazione, anche diffondendo comunicati stampa che si commentano da soli e non hanno bisogno di replica, soprattutto per chi è solito seguire i Consigli Comunali.

Ci riferiamo, ad esempio, al riscatto del diritto di superficie delle aree P.E.E.P. ( zona 167 – piani di zona G-H-D-A). Ex Amministratori, riciclatisi in Associazioni, tentando disperatamente di nascondere le loro malefatte cercando una nuova verginità, si sono fatti (solo ora) paladini delle istanze dei cittadini trovando sponda in consiglieri comunali che arrivano a bloccare i lavori consiliari solo per recuperare una credibilità ormai perduta a causa delle azioni passate. Azioni che non possono e non devono essere dimenticate.
Lo avevamo detto in Consiglio Comunale e così è stato. Con
la Delibera di Giunta del 22/07 l’Amministrazione ha compiuto un altro importante passo verso i cittadini. Sono oltre tremila le famiglie interessate al riscatto del diritto di superficie delle aree P.E.E.P. Con questa delibera, si stabilisce il valore venale del diritto di superficie in 190,34€/mq, rispetto ai 219,34€/mq previsti nella precedente delibera del 2012. Per il calcolo effettivo dei costi di riscatto per ogni appartamento, come previsto dalla L.448/98, va applicata un’ulteriore riduzione del 40% sul totale più il corrispettivo di quanto già versato dalle cooperative al momento della stipula della concessione.
A rendere ulteriormente molto meno pesante l’onere a carico delle famiglie che intendono trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà, l’amministrazione comunale ha stabilito ulteriori detrazioni che si sommano a quelle già dette:
riduzione del 50% per coloro che presenteranno la domanda entro il 30/11/2014 e che provvederanno al pagamento entro il 31/12/2014;
– riduzione del 40% per coloro che presenteranno la domanda entro il 30/03/2015 e che provvederanno al pagamento entro il 30/04/2015;
– riduzione del 30% per coloro che presenteranno la domanda entro il 31/07/2015 e che provvederanno al pagamento entro il 15/09/2015.

Questa azione, oltre che garantire maggiori certezze per il futuro alle famiglie interessate, darà nuovo impulso al mercato immobiliare per un migliore e più proficuo utilizzo delle risorse abitative già presenti nella nostra Città.Viene posta così la parola fine ad un’altra spinosa vicenda su cui avvoltoi della vecchia politica aleggiavano esclusivamente per cercare consensi, tentando di screditare l’Amministrazione accusandola di immobilismo e promettendo, come sempre, soluzioni ad incresciose situazioni da loro stessi create.

Sempre durante i Consigli Comunali avevamo chiarito a più riprese di voler indirizzare in modo completamente diverso l’azione amministrativa al fine di prevenire la corruzione, favorire la trasparenza, l’onestà,l’integrità morale e promuovere le azioni verso chi ha procurato danni alla collettività negli anni scorsi. Ieri la Giunta ha emesso Atto di indirizzo per azione di responsabilità e danno erariale relativamente alle passate Amministrazioni, dando mandato ai Settori Avvocatura e Affari generali – Risorse Umane di avviare un’azione di responsabilità per danno erariale alla Procura regionale della Corte dei Conti. Vogliamo che siano individuati le responsabilità del danno erariale, circa 9 milioni di euro, riscontrato dalla Ragioneria generale dello Stato. Danno a cui vanno sommati altri 20 milioni di euro circa relativamente alla illegittima stabilizzazione del personale precario e l’illegittimo ricorso ad assunzioni di personale a tempo determinato.

Non abbiamo mai detto di essere perfetti. Non abbiamo mai promesso di risolvere problemi personali. E soprattutto non abbiamo mai detto di poter fare tutto e subito.
Continuiamo, un passo alla volta, a sistemare i disastri del passato ed a mettere in atto delibere ed atti che garantiscano un presente vivibile ed un futuro di città virtuosa.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.4/5 (20 voti espressi)
Sistemare i disastri del passato ed accertare le responsabilità, 4.4 out of 5 based on 20 ratings
Share →

14 Responses to Sistemare i disastri del passato ed accertare le responsabilità

  1. Emanuele Savarese scrive:

    Ottimo, da bravo San Tommaso vedrò come andrà avanti la mia pratica presentata il 17 luglio. Tuttavia mi sembra, dopo tanti discorsi e manifestazioni demagogiche, la prima importante risposta.
    Ancora meglio per l’azione di responsabilità e danno erariale perché molti politici si sentono sereni di sperperare ed in alcuni casi “rubare” i soldi dei cittadini proprio perché hanno la convinzione che siano “intoccabili”
    Avanti così!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Franco Mondazzi scrive:

    Penso che sia di estrema importanza informare capillarmente la cittadinanza di tutto quello che viene deciso. Con l’informazione si combatte l’ignoranza ed il voto di scambio. Credo inoltre che l’utilizzo del pc da parte degli abitanti di questa Città sia molto basso e pertanto bisognerebbe utilizzare anche altri sistemi di informazione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. Rolando Alberto Borzetti scrive:

    Bravi, proseguite cosi

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. StefNo scrive:

    AVETE TUTTA LA MIA FIDUCIA . FORZA RAGAZZI CONTINUATE COSÌ
    Stefano

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  5. Francesco D. scrive:

    D’avvero ci voleva gente come voi per poter mettere in ordine tutto in questa bellissima città nostra Chiamata POMEZIA, Anche si dovrebbe pensare di fare qualcosa nella zona PARCO DELLA MINERVA, , Almeno asdaltare le strade, Grazie mille e buon Lavoro.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. Claudio scrive:

    Grandi continuate così la gente e’ con voi

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  7. Pino scrive:

    Non mi è chiaro questo passaggio: “Per il calcolo effettivo dei costi di riscatto per ogni appartamento, come previsto dalla L.448/98, va applicata un’ulteriore riduzione del 40% sul totale più il corrispettivo di quanto già versato dalle cooperative al momento della stipula della concessione.”
    Nella delibera non vi è rifermento, probabilmente perché sta nell’articolo di legge citato?
    In due parole, non capisco se al costo del riscatto si applichi una prima riduzione del 40%, sempre, poi una ulteriore a partire dal 50% in giù a seconda dei tempi di presentazione della domanda e di pagamento.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  8. andrea scrive:

    La delibera di Giunta del 22.07 descritta è già operativa? in tal caso quale ufficio si può contattare per esaminare le singole pratiche?
    grazie
    a

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  9. daniela sorrentino scrive:

    Rispondo a Pino: nella delibera c’è il riferimento di cui parli in quanto parte integrante del deliberato. Cito testualmente “Di dare atto che i suddetti valori verranno utilizzati dal competente ufficio comunale per determinare i corrispettivi di cui all’art. 31, comma 48 e comma 49bis, della legge n. 448/1998 …” . E’ proprio questo l’art. di Legge che consente di determinare il corrispettivo delle aree cedute in proprietà in misura pari al 60 per cento di quello determinato ai sensi dell’articolo 5-bis, comma 1, del decreto-legge 11 luglio 1992, n. 333. In sostanza c’è la riduzione del 40 % prevista dalla citata legge. Le ulteriori detrazioni (50, 40 e 30 %) le ha stabilite il Comune in aggiunta alla suddetta riduzione. Spero di essere stata chiara

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • andrea scrive:

      Grazie Daniela; presso quali uffici ci si può presentare per valutare la propria documentazione e quindi calcolare quanto sarebbe da corrispondere?
      grazie
      a

      VA:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • gianni scrive:

      ciao Daniela quindi c’è una prima riduzione del 40% e una successiva del 50%?

      VA:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  10. Max61 scrive:

    Ma dove pensate che si trovino migliaia di euro in pochi mesi? E se non li ho poi devo pagare il doppio? Ma siamo tutti uguali o qualcuno è più uguale degli altri (specialmente se ha i soldi?). Mi dispiace ma questa volta non vi seguo proprio e questa operazione mi sembra proprio fatta per fare cassa (sempre a scapito dei cittadini-mucche-da-mungere) soprattutto in una zona sempre lasciata al margine (tranne quando c’è da fare palazzi). Sanare i disastri si ma non con, ancora una volta, i nostri soldi. Spero che nessuno accetti questa “opportunità” almeno avrete l’occasione di ripensarci.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  11. Daniela Sorrentino scrive:

    Rispondo a Pino:si, il riferimento alla legge 448/98 contenuto nel deliberato è quello relativo alla riduzione iniziale del 40% (la normativa prevede che il corrispettivo sia determinato nel limite del 60%). Le altre riduzioni (50,40,30 %) sono volute espressamente dall’amministrazione comunale

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  12. gianni scrive:

    non ho capito, scusate. esempio: casa di 100 metri quadrati, che calcolo dovrei fare? 190 euro moltiplicati 100 metri: 19.000 euro.
    da questo importo defalcare un primo 40% e poi un successivo 50%???

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!