La Giunta Zingaretti (PD-SEL) si è impegnata A RENDERE INDENNE la società Autostrade del Lazio S.p.A. ed il finanziamento pubblico alla stessa assegnato per la realizzazione dell’intervento relativo al “Completamento corridoio tirrenico meridionale A12 – Appia e Bretella autostradale Cisterna – Valmontone – tratto A12 Roma Civitavecchia – Roma (Tor de’ Cenci)” DA QUALUNQUE RESPONSABILITA’ e/o richiesta riconducibile alle procedure arbitrali in atto tra Autostrade per l’Italia S.p.A. e il Consorzio 2050, soci di minoranza di ARCEA Lazio S.p.A. e la Regione Lazio.
Ciò vuol dire che, in caso di (molto probabili) contenziosi, dovranno pagare i cittadini.
Chi governa la Regione, anche in nome dell’Ecologia, ha dato dunque un ulteriore impulso affinchè sia realizzata un’opera inutile e devastante, usando ulteriormente le tasche dei cittadini a garanzia. Finalmente le richieste degli ex PDL sono state soddisfatte. Grazie Zingaretti
In attesa di un piano Regionale per la mobilità che sia rispettoso per l’ambiente, limiti l’esplosione del traffico su gomma (almeno dei volumi per singola tratta),il M5S Pomezia ribadisce la più totale contrarietà all’opera (ideata trenta anni fa) in quanto inutile e devastante dal punto di vista economico ed ambientale.
Come più volte richiesto alle autorità competenti, sottolineiamo al contrario l’urgenza della messa in sicurezza della Via Pontina e la necessità di puntare su sistemi di trasporto più sostenibili ed efficienti quali la metro leggera, dando impulso al lavoro nel rispetto delle reali esigenze dei cittadini.

Il Comitato NO Corridoio ha promosso il ricorso al TAR per fermare questo scempio e chiede un contributo per portare avanti l’azione legale. Diamogli una mano. Grazie.

<no corridoio

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.2/5 (5 voti espressi)
Si al Treno No al Corridoio, 4.2 out of 5 based on 5 ratings
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *