Pubblichiamo la lettera inviata al Commissario Prefettizio in merito alle indennità di risultato ed alle retribuzioni dei dirigenti del Comune di Pomezia.

Mittente:
Fabio Fucci

INVIATA A MEZZO POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Al Commissario Prefettizio della Città di Pomezia

Pomezia, 12/03/2013

Oggetto: comunicazioni in merito alle retribuzioni dei dirigenti comunali e relative indennità di risultato

In merito all’argomento in oggetto, come saprà, la stampa ha già avuto modo di diffondere nei primi giorni di Febbraio la notizia di un accordo sindacale inerente alle indennità di risultato da assegnare ai dirigenti di settore dell’Ente. Come potrà ben immaginare, la notizia ha scosso i cittadini che, vista la difficile situazione finanziaria in cui versa il Comune di Pomezia, stentano a credere che si trovi spazio per discutere di cifre da ragguardevoli da riconoscere al personale dirigenziale.
Lei ben saprà che ai dirigenti comunali spetta la parte gestionale della “macchina amministrativa” e lascia perplessi come ad un Ente che si trova ad un passo dal dissesto finanziario si riconoscano ai responsabili di servizio risultati meritevoli di essere “premiati”. E’ evidente come, almeno alcuni di loro – comunque in maniera determinante, non abbiano saputo assicurare il buon andamento dei servizi da loro diretti, mancando di perseguire gli obiettivi di efficienza, efficacia ed economicità loro demandati dalla legge, divenendo corresponsabili, insieme alla “politica” che ha guidato la città in questi anni, della situazione di difficoltà che attraversa l’Ente.

Nel merito ci tengo a dire che in consiglio comunale, nella discussione del bilancio previsionale 2012, il gruppo consiliare del Movimento cinque Stelle da me rappresentato ha presentato un emendamento che proponeva la riduzione di oltre 200.000 € delle somme da riconoscere a titolo d’indennità di risultato ai dirigenti (capitolo PEG 918.00 – anno 2012). Si chiedeva di destinare il risparmio così ottenuto alla copertura del disavanzo di amministrazione per onorare i debiti verso i fornitori e consentire così la regolare erogazione dei servizi comunali. Raccolta dei rifiuti, mensa e trasporto scolastico sono i servizi che in questi anni hanno subito molte, troppo battute d’arresto.

Come se non bastassero le indennità di risultato, seppur relative alla gestione degli anni passati, vorrei segnalarLe come dalla tabella che segue si evidenzi che la retribuzione di posizione percepita dai dirigenti del nostro comune è ben al di sopra del minimo previsto dal CCNL (€ 11.533,17) ed è superiore anche al valore massimo stabilito dal medesimo contratto collettivo nazionale (€ 45.102,87):

Schermata 2013-03-12 alle 11.11.57

E’ evidente quindi che i dirigenti del Comune di Pomezia godano già di una retribuzione superiore a tanti altri loro “colleghi” che operano negli altri comuni d’Italia e questo chiaramente è il frutto della sottoscrizione di un contratto collettivo decentrato a loro maggiormente favorevole.
Ad aggravare la situazione, non si possono dimenticare le questioni giudiziarie che hanno coinvolto alcuni dei dirigenti che ancora rivestono ruoli di responsabilità in questo Comune, tra questi Giovanni Pascone e Anna Ferrazzano.

Alla luce di quanto esposto Le chiedo di valutare se ritenga prioritario concludere l’iter di assegnazione delle indennità di risultato ai dirigenti. Io ritengo che vada considerata una scelta di buon senso in favore della città valutando l’opportunità di destinare tali somme al bene della comunità.

Cordialmente,

Fabio Fucci
Movimento 5 Stelle

Leggi la lettera:

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.9/5 (25 voti espressi)
Premi e retribuzioni dei dirigenti comunali: lettera al Commissario Prefettizio, 4.9 out of 5 based on 25 ratings
Tagged with →  
Share →

15 Responses to Premi e retribuzioni dei dirigenti comunali: lettera al Commissario Prefettizio

  1. Gianni Salvati scrive:

    Ottimo intervento, i miei complimenti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. ALBERTO MARIO GIULIANO scrive:

    speriamo che ci sia un seguito- Sono d’accordissimo e dovrebbero addebitargli i costi della mala gestione del comune e come diceva Fantozzi “tutti in galera”

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. odilla scrive:

    io avevo sentito che l’ufficiale giudiziario aveva già deliberato i premi……….. e comunque spero tanto di no, perchè mi sembra, visti i risultati disastrosi, casomai dovremmo chiedere ai dirigenti i danni per avere percepito stipendi senza essere stati in grado di meritarseli, tutte le loro mancanze e i loro errori li dovremo pagare noi cittadini, non erano stati pensati i dirigenti proprio per dare loro la responsabilità delle proprie azioni ?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. carpazio scrive:

    Bravo Fabio! Speriamo che ancora esiste qualcuno raggionevole e di buon senso ai piani “alti”!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  5. stefy scrive:

    Bravo Fabio, grazie

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. Pierotti Alberto scrive:

    Dovremmo organizzare una protesta sotto gli uffici comunali affinché lo sdegno della cittadinanza per questo schifo possa raggiungere direttamente le orecchie del commissario prefettizio e degli stessi dirigenti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  7. Manuela scrive:

    grande Fabio. Complimenti per la precisione con cui hai spiegato cose per tanti di noi semplici ma dimenticate!!!! I premi andrebbero erogati quando qualcosa viene fatto bene non quando i dirigenti se ne fregano altamente!! E’ giusto tornare ad essere “onesti” ad iniziare dai dirigenti!!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  8. pinoval49 scrive:

    Bravo, come al solito. Però credo, e spero tanto di sbagliare, che servirà a poco perche difficilmente tra burocrari e -o dirigenti possano farsi del male.
    Ci vorrebbe una manifestazione sotto il comune. Ciao

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  9. Stefanino scrive:

    Tutto quello che hai descritto in tabelle con tanta precisione in grande parte è vero ed è vero che in tempo di crisi si stringano un po ( molto) la cinghia come dicevano i nostri padri, è vero anche che adesso che tra lo stipendio e la retribuzione come si chiama adesso prima si chiamava” indennità di posizione” che si raggiungeva solo e soltanto a fine anno mediante una relazione che redige il dirigente di settore, appunto per mettere al corrente dell’Obbiettivo raggiunto il personale.
    Ma adesso ci domandiamo tutti ma quali sono gli obbiettivi da raggiungere?
    Se non ci sono soldi?
    Perchè continuano a fare feste che apparentemente sono senza impegno di spesa e poi vengono pagati con cifre !!!! Poi si parla di spending review
    per l’acquisto della cancelleria o di rinnovare i computer e di mantenere i contratti per le fotopiatrici, per non dire altre cose che sono ancora più importanti.
    Caro Fabio per far funzionare la macchina di questi tempi hai detto bene all’inizio del tuo comunicato al Commissario forse esagerando un po, però va bene la cifra di € 40000,00 annue per tutti i dirigenti e poi per le il raggiungimento degli obbiettivi dei vari settori viene calcolata una cifra che non superi i € 40000,00 già facendo in questa maniera si risparmierebbero in totale dirigenti attuali circa € 344115.10 e loro potrebbero percepire sempre delle cifre ragguardevoli se raggiungessero gli obbiettivi prefissati all’inizio di ogni anno e comunque sarebbero sempre molto ben e forse anche troppo pagati.
    Certo è che qualcuno però non può continuare ad essere dirigente quando negli passati ha arraffato soldi soldi da tutta ITALIA

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  10. Claudio scrive:

    Anche se glieli danno sti soldi, è il raschiare il fondo della padella. Sono alla fine di un sistema di cose. Come faranno avivere, questi, senza i loro privilegi, abituati ad essi, come sono? Giorni duri. Le cose cambiano e si sente. Occorrerebbe chiedersi CHI fa le leggi, e la loro effettiva bontà ed efficacia (delle leggi), ed eventualmente cambiarle. Poi: se lo stipendio è oltre la legge, sta gente DEVE ANNA’ DENTRO. La restituzione è patteggiare. Ma che vuoi patteggiare? Sbagli=rubi=paghi (ma prima si, restituisci). Eppoi perchè dovremmo appellarci al prefetto… per cosa? Per chiedergli di NON commettere un’illegalità nel concedere paghe improprie?(comunque mille volte grazie, Fabio, hai la mia stima incondizionata, e complimenti per la modalità diplomatica con la quale agisci e ti esprimi). Allora dovrebbe pagare anche il prefetto, perchè sbaglia pure lui. Se le paghe sono oltre il consentito è così. Troppo chiaro. Infine a dirla tutta (ancora???) non dovrebbero darle ste paghe, o almeno in parte se motivate da disservizio, imperizia, o insufficienza. E che è? Non è così forse per i normali cittadini che non sono di “casta”? No, chi ricopre posti pubblici di responsabilità DEVE ESSERE DI ESEMPIO. Deve essere portatore di un valore, morale, umano, educativo, per prima cosa.
    Scusate lo sfogo, ma è soltanto per ridefinire la linea di principio, come siamo ormai noi italiano abituati al compromesso. Vediamo come si comporterà, se ascolterà l’ appello (leggi denuncia?) di Fabio, sono veramente curioso.
    So, naturalmente che queste sono cose già previste e stradette da anni dal movimento 5 stelle, e non vedo l’ora che si comincino ad aggiustare gli squilibri sociali. C’è tanta gente che ha bisogno, davvero…
    Un saluto a tutti i bravi cittadini e grazie ancora Fabio per tutto.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  11. alessandra scrive:

    Grazie Fabio!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  12. giancarlo scrive:

    che dire faje senti che è primavera a sti b******i
    grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  13. Giorgio scrive:

    Bravo Fabio
    penso che queste persone debbano rendere conto al cittadino del loro operato.Non si puo’ permettere che queste persone confondano il bene pubblico come se fosse qualcosa che appartiene solo a loro , ognuno di loro deve rendere conto del suo operato.
    Secondo me se si accerta inoltre che qualcono di loro ha anche approfittato della sua posizione all’ interno del comune per realizzare affari in modo illegale, bisognerebbe anche prevedere un esproprio dei beni ottenuti illegalmente mettendoli a disposizione delle casse comunali per ripianare la gia’ disastrosa situazione finanziaria.

    Giorgio Curcio

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  14. massimo scrive:

    Sono pienamente d’accordo……….manco a dirlo!! eheh. Non solo per l’eccessiva remunerazione di questi individui “evidentemente” non molto capaci nello svolgere le loro mansioni,ma soprattutto per non invogliare futuri sciacalli a infiltrarsi nel nostro comune e farne scempio con il solo scopo di comprarsi il s.u.v. Sono anche d’accordo con Giancarlo quando dice b*********i!!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  15. Raffaele scrive:

    Cioè, chi si occupa di urbanistica in questa città prende oltre 70mila euro? Cos’è una barzelletta? Incredibile… una città urbanisticamente disastrata e massacrata da ladroni corrotti che si autopremiano. assurdo, ma come fa la gente a tollerare tutto questo e a non reagire?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!