l’istituto Emilio cavazza è una scuola  che vanta   molteplici risultati ,nel preparare ragazze e ragazzi al mondo del lavoro professionale è qualificato e non solo .  molti studenti poi continuano gli studi al università ottenendo risultati  eccezionali” sfornando” vere e proprie risorse umane nel mondo della chimica e della microbiologia ma anche nella meccanica.

per tali considerazioni, mi trovo fortemente motivato a proporre dei corsi serali studenti che magari, non hanno potuto terminare gli studi è che cercano una seconda possibilità, per essere qualificati secondo me nel miglior istituto presente nel nostro comune.

purtroppo attualmente non esistono questi corsi serali, e pensare che questi corsi avrebbero un bassissimo costo per il comune ,oltre al fatto che meta del importo è finanziato da gli stessi iscritti. questa conclusione  la ho tratta facendomi riferimento ad altre esperienze di altre scuole ,che anno creato  nel istituto dei corsi serali ,se ne possedete altri migliori gradirei averne una copia il riferimento  è fatto a questa pagina http://www.edscuola.it/archivio/ped/corso_serale.htm vi accollo il supporto normativo che regola i corsi serali è anche i probabili costi:

Supporto normativo

Dalla scarsa normativa esistente in materia, vanno ricavati quegli elementi di largo interesse, sia per i corsisti che per gli insegnanti, che dovranno trovare spazio adeguato nel materiale informativo prodotto dall’Istituto e, una volta avviato il corso serale, nello stesso P.O.F..

Il riferimento d’obbligo è alle C.M. n° 7809 /’90 e C.M. 305/‘97, nonché alla O.M. annuale su “Scrutini ed Esami” per la parte relativa ai corsi serali: fino allo scorso a.s. ‘01/’02 vi si ribadiva che per gli esami di qualifica nei corsi serali per adulti, non sono obbligatorie le prove preliminari o prove strutturate.

Costi

E’ compito del Consiglio di Istituto definire annualmente l’entità del contributo di iscrizione da richiedere ai corsisti, tenendo presenti in particolare i costi delle esercitazioni pratiche. Analogamente al corso diurno, ci si potrà mantenere entro la cifra di Euro 100, comprensive della tassa statale e del contributo alla scuola.

Sono a carico del corsista le spese relative alla divisa, se prevista, e ai libri di testo, ma in caso di reddito inferiore al tetto stabilito in proposito, anche il corsista adulto potrà ottenere dalla Provincia il rimborso del costo dei libri di testo.

vi allego anche il codice disciplinare se  avete la  volontà di leggerlo http://www.giustinofortunatonapoli.it/public/file/codice-disciplinare.pdf

vorrei sapere cosa ne pesate è se avete delle proposte per attivare questi corsi serali  secondo me necessari e se ritenete sia giusto attivarli.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 3.0/5 (2 voti espressi)
proposta per attivare dei corsi serali per il conseguimento del diploma nella scuola istituto superiore "professionale" Emilio cavazza nelle materie chimica materiali e biotecnologie e meccanica e meccatronica, 3.0 out of 5 based on 2 ratings
Tagged with →  
Share →

7 Responses to proposta per attivare dei corsi serali per il conseguimento del diploma nella scuola istituto superiore “professionale” Emilio cavazza nelle materie chimica materiali e biotecnologie e meccanica e meccatronica

  1. roberto scrive:

    Ciao,
    io ho preso il mio secondo diploma da geometra alla serale Istituto alberti dell’Eur ed è stata una bella esperienza.
    Il corso faceva parte di un progetto che non ricordo in nome
    Ha carico dello studente c’era solo l’assicurazione.
    In questo periodo buio in cui è importante sapersi reciclare è una buona opportunità

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Alessio Scippo scrive:

    Ragazzi complimenti per la proposta! Vi auguro vada in porto! Io faccio parte del M5S di Monterotondo (RM) e ho la stessa identica idea di attivare corsi serali dell’ITIS qui presente! Che bello sapere che ci sono persone che la pensano ed agiscono nelo stesso modo!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. Mau scrive:

    La proposta è interessante, peccato che il decreto ministeriale firmato da bella napoli e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 25 febbraio 2013 sancisce la chiusura e la morte di tutti i corsi serali dal 2015, sostituendoli con fantomatici CPIA senza capo e senza senso a uso e consumo di scuole pubbliche e scuole sindacali.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. daniela sorrentino scrive:

    L’attivaziione dei corsi serali è competenza specifica del Ministero, lo è sempre stata. Occorre un decreto vero e proprio che il Ministero rilascia solo se esistono a priori iscrizioni al corso serale. Il corso serale, in questo caso, è equiparato al corso diurno. Dico questo perchè io lavoro nella segreteria di una scuola dove sono attivati i corsi serali. Se poi parliamo di corsi attivati presso i C.T.P. (Centri Terriotoriali Permanenti) il discorso cambia. Si tratta di corsi che non sono equiparati ai corsi diurni e per cui non si ha diritto a un diploma vero e proprio. Si possono attivare diversi corsi (ECDL, fotografia, teatro ecc..) e al termine del corso viene rilasciato un attestato. E’ previsto, come specificato da Mau, l’accorpamento dei C.T.P. ai corsi serali. Tale accorpamento sarebbe deleterio. Spero che in Parlamento si riesca a fermarlo.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  5. Anna scrive:

    Sia Pomezia che Ardea non hanno corsi serali per giovani e adulti per il conseguimento del diploma d’istruzione superiore, bisogna andare a Roma o Anzio. Spero che vada in porto questo progetto anche per persone adulte come me che si sono dovute accontentare di corsi professionali biennali perchè i ns genitori di più non potevano fare. Anche se ho superato la cinquantina sarei la prima ad iscrivermi!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. Eros scrive:

    Bene….benissimo ma prima sarebbe opportuno verificare le reali qualità dei professori che per esperienza personale pensano solo a portare giovani nell’istituto per fare numero ma poi fanno gli scrutatori non insegnando anzi lasciando indietro e nel dimenticatoio e nello sconforto i più carenti……VERIFICATE PRIMA CHE LI STAFF SIA IN GRADI DI COMPIERE IL LORO DOVERE PER I QUALI SONO PAGATI. …..bisogna pensare che no. Aiutando i più deboli aggravano sicuramente una situazione già precaria familiare ….a Pomezia molti non hanno lavoro e lo hanno perdonare colpe altrui…..quindi i professori debbono fare le persone intelligenti e preparati e no fregarsene e lasciare le cose che vadano come vadano……NON CI SONO CITTADINI O ALUNNI DI SERIE A E DI SERIE B……AL CAVAZZA CI SONO ANCHE QUELLI DI SERIE C

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  7. Rosalba scrive:

    Ottima iniziativa, spero si concretizzi al più presto.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!