Click per visualizzare il filmato

La maggioranza è in confusione. Non riesce più nulla a questa maggioranza che si azzuffa in Consiglio Comunale e nelle riunioni “a porte chiuse” mentre la città va a rotoli. Il Consiglio Comunale del 2 Ottobre 2012 ha confermato una volta di più che Partito Democratico, Forza Pomezia, Italia dei VALORI e Partito Socialista Italiano sono solo un cumulo di macerie messe insieme per opportunità elettorale. Conferma che le coalizioni sono un fallimento e servono solo ad alimentare perversi giochi di potere. E’ anche per questo che il Movimento Cinque Stelle non fa alleanze con nessuno.

Tornando alla seduta del Consiglio, questa ha visto l’ennesimo errore operato dal Presidente del Consiglio Comunale Ruffini (Forza Pomezia) che, con il supporto del Segretario Generale, ha portato in consiglio una delibera su cui l’assise avrebbe dovuto esprimersi in merito al reintegro del consigliere comunale arrestato mesi fa Renzo Antonini (eletto nel Partitito Democratico). Esprimersi, in un organo collegiale, significa discutere e votare. Ma non si poteva/doveva votare un reintegro ORDINATO dal Prefetto. Si doveva esclusivamente comunicare all’assemblea l’indicazione del Prefetto, affinché questa ne prendesse atto. Da questo fatto è nata la nostra mozione d’ordine che sollevava la questione pregiudiziale espressa in Consiglio Comunale con la quale chiedevamo di ritirare il punto in discussione. Ruffini si è rifiutato di porre in votazione la nostra mozione perseverando nel grave errore che lo ha visto diretto protagonista. Anche il Segretario Generale Angelo Scimé, dirigente lautamente pagato con soldi pubblici, ha consentito ed avallato la presentazione di una delibera su cui il Consiglio Comunale non poteva esprimersi contribuendo a mettere in corto-circuito l’assemblea.

La seduta ha visto l’ennesima sparata di Mesturini (PD) che ha dichiarato, anche a mezzo stampa, “Come consigliere del PD rimango sorpreso che gli eletti di Grillo [omissis] non abbiano toccato l’argomento, nonostante facciano parte di movimenti che criticano duramente la presenza dei rinviati a giudizio nelle assemblee elettive.”. Mesturini è uscito dall’aula dopo pochi minuti dall’inizio del Consiglio e non ha quindi partecipato ai lavori ed alla discussione del punto in esame. Non ha assistito a quelle che sono state le nostre istanze nell’assise ma ha preferito, come fatto in numerose altre occasioni, abbandonare i lavori. Riteniamo che assicurare la propria presenza in Consiglio Comunale, oltre ad essere un atto di responsabilità per il ruolo istituzionale, sia un atto dovuto nei confronti dei cittadini che chiedono che l’organo elettivo vada avanti con i propri lavori, occupandosi dei problemi della città. Antipolitico è chi non ottempera alle attività richieste dal ruolo di pubblico amministratore.

Antonini, infine, su permesso del Presidente Ruffini ha intrattenuto il Consiglio raccontando le sue vicende giudiziarie dal 2001 ad oggi trasformando l’assise in un tribunale. Ha dimenticato di dire, come solitamente accade, che la prescrizione non è un’assoluzione e non è una garanzia di affidabilità. Questo se lo metta in testa Antonini, confortato in aula dalla presenza di altri consiglieri comunali invischiati nella tangentopoli pometina del 2001. Ma è mai possibile che nel consiglio comunale di Pomezia debbano continuare a sedere persone invischiate, a volte in modo reiterato, in vicende giudiziarie che minano la credibilità dell’Istituzione?

Infine, Antonini mi ha riservato una battuta. Battuta che sono soliti dire “quelli della prescrizione”. Qualcosa del tipo: “Fucci fa tanto il puro ma troverà qualcuno più puro di lui”. Benissimo! Spero che presto il Consiglio Comunale possa essere composto da persone come me e più pure di me.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.8/5 (28 voti espressi)
Beati i puri di cuore... Sintesi del Consiglio Comunale del 2 Ottobre 2012., 4.8 out of 5 based on 28 ratings
Share →

6 Responses to Beati i puri di cuore… Sintesi del Consiglio Comunale del 2 Ottobre 2012.

  1. Eugenio Simonelli scrive:

    Condivido appieno la tua analisi sul Consiglio di ieri. Non ti meravigliare di Mesturini! Lui sta li per sproloquiare su quello che gli fa comodo. Te lo dice uno, ex segretario politico PRC di Pomezia che, negli anni ’90, era riuscito a far aprire gli occhi alle forze dell’ordine ed alla magistratura su quello che stava succedendo nel Comune di Pomezia. Risultato: più di venti tra indagati e presi con le mani nel sacco. E Mesturini, uomo di fiducia del segretario (DS) Barbieri difendeva i Suoi, Renzo Antonini in primis. Forza ragazzi, tenete duro, io, da qualche tempo, sto con voi. Fatevi sentire, sono un 62enne ligure con lo spirito di un ventenne e tanta ma tanta esperienza politica (PSIUP-DP-PRC-PCL)e sindacale (portuali). Abito ad Ardea e vorrei che il M5S fosse anche qui. Parliamone

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Arianna scrive:

    Alla fine spero che si rassegneranno e soccomberanno alla richiesta di pulizia che la gente chiede con forza sempre più determinata. La gente è stufa di vedere questa classe politica incapace ma nello stesso tempo molto furba quando entra nella sfera degli interessi privati (i loro!). Purtroppo questo paese non possiede un adeguato livello di istruzione e pensa al politico locale come un unica carta per poter mungere qualcosa. Scambio e favori che si perpetuano negli anni, danno vita agli stessi loschi figuri.

    Questa catena, però, si può spezzare se il movimento 5 stelle entrasse in maniera determinata nelle vite dei pometini. Come? Pensavo ad un luogo preciso ma informale , dove potersi incontrare ogni volta che vogliamo, per chiacchierare o vedere film di carattere sociale, ecologico con dibattiti a tema.

    Pensavo ad un giornalino locale 5 stelle. Una specie di blog cartaceo che informa il cittadino di tutte le iniziative del movimento ma anche delle denuncie sulla gestione dei beni comuni. Insomma chi non ha internet è fuori. A certe persone le informazioni gliele devi sbattere un pò in faccia… altrimenti si buttano dentro casa a guardare la tv perchè non posseggono altri stimoli.

    Questo vizio ha un nome. Si chiama accidia e bisogna combatterla con tutte le forze. Coraggio diamoci da fare e partiamo!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 4.0/5 (1 voto espressi)
    • lorenzo.sbizzera scrive:

      ciao! Abbiamo appena preso possesso della nuova sede (non abbiamo ancora fatto neanche una piccola inaugurazione), però con il tempo può e deve diventare il punto d’incontro di cui parli.
      Del giornalino ne discutiamo da molto tempo, ma è una cosa che richiede molto lavoro (scrivere gli articoli, creare la grafica, impaginare, stampare, distribuire) e i molti impegni che già abbiamo al momento non ce lo consentono. Per far decollare il progetto servirebbe una buona iniezione di forze fresche. Consideralo come un chiaro e forte invito a partecipare alle nostre attività… 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. Arianna scrive:

    Hai ragione. Per il giornalino, ci vuole impegno. Forse per qualche manifesto o volantino informativo messo nei punti di ritrovo giovanile ( ma anche i centri anziani vanno benissimo!) non servono grandi mezzi, almeno credo…
    Mi fa piacere del locale che siete riusciti a trovare. Avere un punto di riferimento preciso per scambiare semplicemente anche qualche chiacchiera, sarà molto utile per farsi conoscere dai neofiti Pometini. Tante volte sarei voluta venire ai vostri incontri, purtroppo ho sprecato tutte le occasioni e ciò mi dispiace molto. Spero presto di fare la vostra conoscenza e di essere utile in qualche modo al movimento di cui sono una fan sfegata da tanti anni. Ciao e a presto!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. Marino scrive:

    Un filmato triste ma informativo. Però le cose più importanti per i cittadini sono state dette in soli 15 secndi dal min. 7:00 al min 7:15 (= in quale schifo di città viviamo)!!! Ed il filmato dura quasi 8 minuti!!!!!! Mi smbra un pò pochino. Il resto del film è il racconto di storie misere e di personalismi inutili, dannosi eun pò penosi!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!