Gira che ti rigira dopo aver sondato varie zone di Roma e periferia , ci risiamo si parla adesso di posizionare una mega discarica (RIFIUTI DI ROMA) a Pomezia. Pomezia purtroppo ha la sfortuna di essere ai confini di Roma e’ questo per noi di Pomezia e’ una vera tragedia, infatti si ripete la stessa cosa del Campo nomadi che pur situato nel comune di Roma e’ a 4 km da Pomezia, il risultato e’ stato un aumento di furti e delinquenza del 200% (Dati statistici documentati). Non permettiamo lo stesso sbaglio sui rifiuti, anche perche in questo caso e’ in gioco la nostra salute e’ soprattutto quella dei nostri figli, bisogna essere fermi e’ mettere in atto proteste anche forti come ad esempio il blocco della Pontina o della Laurentina con sitin permanenti fino a quando il nome di Pomezia e la nostra zona venga esclusa e non presa nemmeno in considerazione per un problema che amministratori come Alemanno e la Polverini non sono in grado di risolvere poiché INCAPACI . Basterebbe fare una buona raccolta differenziate  (VERA, E NON COME VIENE FATTA ATTUALMENTE)   per risolvere definitivamente  il problema, ma e’ ormai evidente che  il problema non si vuole risolverlo forse perche’ molti sono gli  interessi in ballo.

CASTELMEZZANO NICOLA

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.2/5 (5 voti espressi)
Non solo il campo nomadi e l'inceneritore a pochi km da Pomezia, adesso anche la discarica, 4.2 out of 5 based on 5 ratings
Share →

15 Responses to Non solo il campo nomadi e l’inceneritore a pochi km da Pomezia, adesso anche la discarica

  1. Gabri scrive:

    Hai pienamente ragione ma soprattutto hai fatto bene a portare alla ribalta un problema che molta gente tranne i politici fanno finta di non vedere. Sono daccordo ad andare con i piedi di piombo e bloccare tutto se la notiza si rileva veritiera. Si vedra’ noi stiamo con te.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. enzo scrive:

    D’accordo quasi su tutto. Dico quasi perché quanto detto relativamente al campo nomadi non mi piace e non si tratta di perbenismo gratuito. I nomadi sono un problema e nn lo nascondo, ma prima di loro in una scala di priorità, ce ne sono altri. Primo tra tutti un’Amministrazione che, in linea con le precedenti, continua a rubarmi denaro “lecitamente” senza darmi nulla in cambio ed è con loro che me la prendo…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 5.0/5 (3 voti espressi)
  3. Gianni scrive:

    Anch’io sono daccordo con nicola , infatti e’ sotto gli occhi di tutti che Roma tende a eliminare i suoi problemi cedendoli ai vicini e visto che Pomezia e una dei vicini anche noi ne paghiamo le conseguenze.Io spero che per quando riguarda la discarica sono solo voci ma se fosse vero anch’io sono pronto a scendere in piazza e dire no alla prepotenza di Alemanno e della Polverini.Ciao a tutti.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. Elisa Eufemi scrive:

    Sono pienamente d’accordo, se la notizia si rivelasse fondata, dobbiamo farci sentire, prendiamo spunto dalla protesta dei lavoratori della Sigma Tau che, mettendo in atto una protesta continua arrivando a bloccare la Pontina hanno fatto arrivare la loro voce a tutti i canali d’informazione,vorrei soltanto sapere se il sindaco di Pomezia ha avuto qualche risposta…rimane il fatto che qualche sensazione negativa rimane perchè le proprietà di Cerroni sono proprio in quella zona ed è abbastanza anomalo che abbia acquistato dei terreni all’interno di una riserva naturale che non possono essere fonte di guadagno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  5. Giuseppe Raspa scrive:

    Segnalo che, oltre a quelle già esistenti, Cerroni continua ad aprire nuovi invasi di discariche (con rifiuti rigorosamente indifferenziati ) a 2 km da Pomezia Santa Palomba, località Roncigliano. E nello stesso sito sta per essere autorizzato un mega inceneritore.
    Pienamente d’accordo che una nuova discarica aggraverebbe la situazione, ma tutto ciò che sta avvenendo già adesso è più che sufficiente per scendere in strada, informando circa le soluzioni e le alternativa e protestando con forza. Non credete?

    (vedi mappa discarica di Roncigliano)
    https://maps.google.com/maps?saddr=41.689386,12.613163&hl=it&ll=41.688553,12.614365&spn=0.050828,0.077162&sll=41.688553,12.614322&sspn=0.025414,0.038581&t=h&mra=mr&z=14

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • Elisa Eufemi scrive:

      Certo, il mio discorso è che dobbiamo farci sentire in modo deciso, che sia per la discarica o per l’inceneritore non fa differenza, mi rendo conto che non sono tanto informata su quello che succede nella nostra zona perché purtroppo non ci sono quasi mai ma da quando sono iscritta al Movimento riesco a sapere molto di più e vorrei partecipare a delle iniziative che ritengo molto importanti, se vogliamo muoverci sono d’accordo,spero ci sia l’occasione per parlarne

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. Elisa Eufemi scrive:

    Ultime notizie sulla discarica http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/07/02/news/sottile_discarica_serve_resta_l_idea_di_pomezia-38412535/

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  7. Nicola Castelmezzano scrive:

    Elisa scusami ma mi sono permesso di fare il copia e incolla dell’articolo che hai pubblicato ( importantissimo) per metterlo ancora piu in evidenza.

    Sottile: “Una discarica serve”
    Resta l’idea di Pomezia. Il commissario si è incontrato con il sindaco Alemanno e con la governatrice Polverini. “Vi andranno rifiuti trattati che diventano come erba secca, dobbiamo uscire dal dramma del tal quale”
    La proroga di Malagrotta fino al 31 dicembre non è sufficiente, da sola, a scongiurare il rischio Napoli. Un nuovo sito per la discarica di Roma serve eccome, “anche se di piccole dimensioni” e anche se differenziata e pretrattamento andassero a regime. E’ il provvedimento di proroga stesso a imporlo. Il commissario Goffredo Sottile ha sgombrato oggi il campo dai dubbi, con il toto-siti che continua a pieno regime.

    Mentre non si esclude del tutto la Valle Galeria cioè la zona di Malagrotta (nonostante il no degli enti locali), si è tornato a parlare di Quarto della Zolforatella, comune di Roma ai confini con Pomezia, tra Laurentina e Ardeatina. Stamattina Sottile ha incontrato la presidente della Regione Lazio Renata Polverini e poi, a seguire, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

    La palla, del resto, è ancora in mano a lui, oltre che naturalmente a Sottile. L’Ato su base provinciale, infatti, che permetterebbe di smaltire fuori Roma i rifiuti di Roma, ancora non è stato istituito. Al termine della riunione col sindaco, il prefetto non si è sbilanciato: “Gli incontri saranno continui” ha detto, ma ha messo in chiaro che “una discarica temporanea serve. Piccola, ma serve” e comunque, al netto dei “vincoli ambientali e archeologici”, l’impatto sarà comunque relativo, perché vi andranno “rifiuti trattati, che diventano – ha spiegato – come erba secca. Dobbiamo uscire dal dramma del tal quale”. Ma per andare dove? Giorni fa Sottile sollevò perplessità
    sulle 12 aree indicate dalla Provincia di Roma: sono solo piccole cave, disse. Oggi non ha voluto spiegare se fossero tornate in auge, sebbene, a quanto pare, potrebbe avere in mano rispetto a giorni fa delle mappe più particolareggiate.

    Ma l’impressione è che stia esplorando con gli enti locali un ventaglio di idee. Domani ad aggiungere un tassello ci penserà il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, davanti alla commissione Ecomafie. Potrebbe essergli chiesto conto, ad esempio, di Quarto della Zolforatella. Il sito, una ex cava di zolfo oggi piena d’acqua, non è propriamente piccolo: si parla di 3 milioni di metri cubi (Riano-Quadro Alto ne misurava 2,8, Pian dell’Olmo 200 mila). Cartina alla mano, ha attorno a sé insediamenti industriali ma anche in parte abitativi (il municipio di Pomezia è a 6,5 km, stando a Google). Però si trova all’interno della Riserva di Decima Malafede, a rilevanza archeologica ma soprattutto, stando a un geologo di Sel, è in zona vulcanica, con rocce dalla radioattività relativamente altissima. L’area è piena di “crateri dal quale risalgono ingenti quantità di anidride carbonica, acido solfidrico, radon”. Oggi la cava “si presenta come un lago di colore rosso”.

    C’è Monti dell’Ortaccio e c’è Testa di Cane, entrambi in Valle Galeria, ed entrambi sottoposti a lavori preparatori. Su Cerroni Sottile non ha mai messo veti e comunque, c’è chi fa notare, si procederebbe in ogni caso per esproprio. Resta il no degli enti locali contro la Valle Galeria, già ampiamente contaminata da anni di discarica e raffineria. Ma, sarebbe il ragionamento di Sottile, chiuse Malagrotta e la raffineria, resterebbe solo un deposito di ‘erba secca’. Uno scenario forse meno ostico da far accettare ai cittadini. Anche sotto elezioni.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  8. Elisa Eufemi scrive:

    Adesso dicono che sono in grado di trasformare i rifiuti in erba secca!!quindi perché preoccuparsi… non ci sarà una discarica ma addirittura un fienile!!ancora non hanno capito che non possono trattarci come degli allocchi ormai ci siamo svegliati!
    Come indicato da Giuseppe c’è un altro grande pericolo, l’inceneritore di Albano, mi sono iscritta al gruppo No inceneritore Albano così posso essere informata anche sulle loro iniziative

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  9. Elisa Eufemi scrive:

    Vi informo che ieri sera c’è stata una riunione del Coordinamento comitati no discarica solfatara a cui hanno partecipato il presidente ed alcuni assessori del XII Municipio, i proprietari dei terreni limitrofi all’area indicata di cui faccio parte, i comitati di quartiere della Selvotta, di Roma 2, il comitato No Inceneritore Albano, le associazioni Fare verde (era un grillo pometino), Latium Vetus, nuova Lavinium e mi scuso se ho dimenticato qualcuno, ci stiamo organizzando per coordinare la mobilitazione se non venisse scartata lIpotesi della discarica alla Solfatara.
    Da quello che abbiamo appreso a giorni dovremmo sapere qualcosa di più concreto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • Fabio Fucci scrive:

      Grandissima! Grazie per le informazioni.
      Devi aver conosciuto il nostro amico Giancarlo Lanzone 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  10. Elisa Eufemi scrive:

    Sì, e devo dire che ha fatto un ottimo intervento infatti accanto alla lotta per non accettare la discarica ha proposto l’unica soluzione che dovrebbero adottare i comuni per risolvere il problema: la raccolta differenziata porta a porta.
    Sulla pagina facebook Selvotta – comune di Roma potete trovare le ultime notizie e gli articoli che parlano della discarica.
    Tra qualche giorno avremo delle informazioni in più e cominceremo a mobilitarci!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!