Martedì 8 Maggio ci sarà la prossima seduta del Consiglio Comunale dedicato al question time (le interrogazioni che i consiglieri comunali rivolgono agli assessori e/o al Sindaco).

Noi del Movimento 5 Stelle abbiamo presentato 3 interrogazioni per chiarire alcune vicende che riguardano gli ultimi atti amministrativi dell’Ente.

La prima interrogazione riguarda l’aumento della TARSU, deliberato dalla Giunta Comunale ma non ratificato dal Consiglio Comunale. In genere gli aumenti delle tariffe giungono in Consiglio insieme al bilancio previsionale. Quest’ultimo non è ancora stato portato in consiglio ma sono stati ugualmente emessi bollettini per la tassa sui rifiuti riportanti l’aumento del 15%. Per questo motivo chiediamo spiegazioni all’Assessore alle Politiche finanziarie Maniscalco:

Per quanto riguarda la riduzione dei costi della politica, chiediamo se in base alla Legge 122/2010 siano stati ridotti i compensi delle indennità di funzione del Sindaco, degli assessori, del Presidente del Consiglio e dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali:

Infine, per quanto riguarda la manifestazione “I Love Torvaianica” organizzata dalla Pro Loco, chiediamo come sia stata valutata la manifestazione in termini di ritorno per la città (es. ha un ritorno culturale?) e come saranno verificate le attività che sono state approvate:

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (4 voti espressi)
Tarsu, costi della politica, "I Love Torvaianica": le nostre interrogazioni, 5.0 out of 5 based on 4 ratings
Share →

One Response to Tarsu, costi della politica, “I Love Torvaianica”: le nostre interrogazioni

  1. Pasquale scrive:

    Volete sapere il ritorno per la cittadinanza per la manifestazione della pro loco a Torvaianica? Ve lo dico io; distruzione del verde pubblico sui marciapiedi di viale Spagna e viale Francia, occupazione di tutti i parcheggi sulle due vie dai furgoni fatiscenti dei bancarellari, rifiuti triplicati e smaltiti con i soldi dei commerciant, perché i bancarellari non pagano un euro di tarsu , e ai commercianti e’stata aumentata del 15 per 100. Oltre al degrado per la mercanzia che vendono e in che modo. L’unico ritorno e’ per gli organizzatori che incassano soldi senza pagare un euro di tasse. Poi icommercianti sono gli evasori.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *