“Buonasera. Qualcosa di grave ed inaudito sta accadendo a Pomezia nel settore

Pubblica Istruzione. Pare che da due anni a questa parte il Comune di Pomezia
non rimborsi alle librerie i costi delle Cedole Librarie delle scuole
elementari, perciò solo una libreria a Pomezia lavora con le scuole elementari
(quella ad angolo in via Ariosto, di cui non ricordo il nome). Ma non accetta
tutte le cedole, solo alcune, in base al non chiaro principio del “Noi facciamo
come vogliamo” (testuale risposta che mi è stata data oggi).
Alla libreria “Paper Point” di Martin Pescatore (che afferma di essere ancora
in attesa dei pagamenti delle cedole dell’anno scorso), si pretende il totale
pagamento anticipato dei libri (altrimenti non li ordinano): se e quando il
Comune pagherà alla libreria ciò che deve, noi genitori saremo rimborsati.
Risultato: nel Comune di Pomezia, i libri delle scuole elementari, garantiti
per legge dalle cedole librarie, devono essere pagati dai genitori (per i miei
due figli pagherò circa 60 euro).
Vorrei sapere: che fine hanno fatto i soldi destinati ai libri delle scuole
elementari? Chi li ha rubati (perchè di un furto si tratta!)?
Qualcuno più “furbo” di me mi ha detto anche che io dovrò pagare i libri non
ho i contatti giusti…perchè invece, altri ricevono i libri regolarmente in
modo gratuito presentando le cedole, come per legge dovrebbe essere. Alle mie
vibrate proteste è stato risposto che pochi genitori si lamenteranno, che
ognuno “si organizzerà” e mi è stato consigliato di “farmi furba” e di trovarmi
“un santo in paradiso”.
Vorrei sapere: come è possibile che il Comune permetta che in una cittadina
come Pomezia una sola libreria faccia il bello ed il cattivo tempo,
discriminando i bambini e affermando di accettare le cedole di alcuni e di
rifiutare quelle di altri a suo insindacabile giudizio? E’ legale tutto questo?
Perchè mi si dice che se voglio che i miei figli abbiano i libri li devo
acquistare, altrimenti peggio per i miei figli?
Credo che davvero si sia raggiunto un livello di indecenza inaudito. Vorrei
delle risposte. Grazie per l’eventuale interessamento.”

S. P. – Pomezia

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.2/5 (6 voti espressi)
"Noi facciamo come vogliamo". I rimborsi delle cedole librarie scuole elementari, 4.2 out of 5 based on 6 ratings
Share →

24 Responses to “Noi facciamo come vogliamo”. I rimborsi delle cedole librarie scuole elementari

  1. Renzo scrive:

    Siamo alla BANCAROTTA del COMUNE ….DISSESTO FINANZIARIO…Lo volete capire???
    NON C’E’ UNA LIRA!!! …MANCO UN EURO !!!!
    De Furbo si comporta come il Berlusca: “Tutto a posto, i conti sono in ordine”….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
  2. cinzia scrive:

    mi spiace ma non sono d’accordo io ho proposto che insieme nei singoli plessi nessuno acquistasse i libri questa cosa deve essere uguale per tutti altrimenti continuano a fare il bello e il cattivo tempo…solo insieme e uniti possiamo far valere i nostri diritti

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 4.0/5 (1 voto espressi)
    • Dario Vitiello scrive:

      per favore, non capisco, ci illustri meglio la tua proposta, possiamo estenderla abbiamo i mezzi…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. alpandino scrive:

    Ho pensato di sottoporre le domande di questo articolo qui: http://www.ilcorrieredellacitta.com/politica/scuola-lassessore-risponde-alle-polemiche.html#comment-321647472
    Ho inserito un commento all’articolo con l’intervista all’Assessore alla Pubblica Istruzione, magari qualcuno sa dare una risposta….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. Joke scrive:

    La proposta di non comprare libri in massa è ottima. Ma purtroppo bisogna essere uniti. Qualcuno del movimento sa usare una telecamera nascosta?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  5. enzo scrive:

    …a mia moglie hanno addirittura detto che c’è una libreria nella quale paghi i libri in anticipo, poi, quando porti la cedola, anziché rimborsarti ti fanno un buono di pari importo per l’acquisto di materiale di cancelleria da utilizzare nella stessa libreria…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. enzo scrive:

    ..un paio di ore fa ho parlato con l’assessore alla Pubblica Istruzione il quale, su mia precisa domanda in merito, ha fatto presente quanto segue:
    1. le cedole dello scorso anno sono state tutte rimborsate alle librerie, al massimo c’è stato un ritardo di 2-3 mesi;
    2. per quest’anno le librerie locali dicono di non potere/volere anticipare i soldi, pertanto non accetteranno alcuna cedola;
    3. l’assessore ha preso contatti con la COOP affinché ci si possa accordare direttamente con loro.

    Questo è quanto..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • Fabio Fucci scrive:

      Ieri in consiglio il Vice Sindaco ha riferito su questo punto. Ha dichiarato che le librerie non vogliono prenderle. Ha dichiarato anche che l’anno scorso le cedole sono state rimborsate dopo circa 40 giorni. Stanno cercando altre librerie che possano prenderle.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  7. Massimiliano De Paolis scrive:

    Ieri mattina la libreria “Fantasia” di Via Dante Alighieri non ha preso la cedola per mia figlia scuola Don Bosco e se nn la prende evidentemente qualche buon motivo c’è.
    A questo punto la signora Assessora pubblichi sul sito del Comune di Pomezia dove possiamo andare a ritirare i libri scolastici dei ns figli presentando la cedola che ci ha rilasciato la scuola.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  8. Massimiliano De Paolis scrive:

    Si ma il Vice Sindaco ha spiegato per quale motivo librerie che, per anni hanno preso le cedole del Comune, in questo anno scolastico si rifiutano ???

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  9. Am1979 scrive:

    Buonasera a tutti,
    la classe 1°C (classe di mio figlio Giovanni Paolo) della S. Giovanni Bosco è riuscita ad ottenere i libri. Una mamma ha raccolto le cedole e le ha consegnate alla libreria, da quello che mi hanno riferito, “Fantasia”. Il numero dei bambini che potranno ottenere i testi è limitato. Per quanto riguarda, invece la classe di mia figlia Francesca siamo nella stessa situazione di Massimiliano.
    Per rispondere a Renzo, lo so che il comune è in profondo rosso, ma sono stanca di pagare le tasse (vedi irpef regionale, Tarsu, multe ecc….) solo per contribuire al benessere di certi cittadini (vedi per. es. le case popolari, il contributo per l’energia elettrica ecc…. ).
    Io mamma e cittadina di Pomezia chiedo a chi di dovere di chiarire al più presto questa situazione, di darci fatti e non solo chiacchiere.
    A mio avviso l’assessore alla pubblica istruzione avrebbe dovuto vigilare e convocare i cartolibrai prima dell’inizio dell’anno scolastico.
    Grazie.

    Anna Maria

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 4.5/5 (2 voti espressi)
  10. Joke scrive:

    http://www.pomezia5stelle.it/forum/?mingleforumaction=viewtopic&t=414

    cortesemente mi fareste a questo indirizzo l’elenco delle librerie coinvolte? grazie

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  11. enzo scrive:

    Sembra che ad Ardea ci sia una libreria disponibile ad accettare le cedole, appena mi comunicano il nome ve lo faccio sapere.
    Tra qualche giorno, mi auguro, il problema dei libri per i nostri figli sarà risolto, rimane comunque l’amaro per l’ennesimo disservizio che questa pessima amministrazione ci ha offerto..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • Fabio Fucci scrive:

      Confermo. Ho parlato con l’Assessore che mi ha confermato che le librerie che al momento accettano le cedole sono: una libreria di Ardea ed una di Marino. Stanno in trattativa anche con la Coop di Pomezia.

      Mi ha parlato anche di un Comunicato stampa che avrebbe fatto il Comune che io ancora non ho visto, però.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  12. mariella scrive:

    sono titolare di una CARTOLIBRERIA e sono pienamente d’accordo con le cartolerie che si oppongono al ritiro delle cedole. spiace perche’ le famiglie hanno la peggio in questa questione… ma purtroppo noi cartolai, non siamo benefattori, e se i comuni non ci risarciscono in tempi tecnici comprensibili,,, bisogna per forza agire cosi’. anche qui a san vittore olona oggi 11 gennaio 2012 non sono ancora state pagate le ceole librarie, per un totale complessio di 3 mila 800 euro che io stessa ho dovuto anticipare a LUGLIO 2011 !!!!! E’ UNA VERGOGNA

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  13. gloria scrive:

    siamo alle solite, di nuovo abbiamo una sola cartoleria” paper point” che prende le ordinazioni dei libri( anno scolastico 2012/2013), non solo facendoseli pagare in anticipo, ma dicendo anche che i soldi non saranno restituiti finchè il comune non avvrà provveduto al pagamento….ma tutto questo è legale? lei compra i libri con i nostri soldi e poi…..bò, forse ci farà un buno….chiamiamola scuola privata, facciamo prima, sono indignata

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  14. MARZIA scrive:

    salve,
    scrivo dalla cartolibreria paper point sopra citata, e quella indignata sono io!
    noi forniamo i libri a tutta la scuola elementare di martin pescatore e di torvaianica alta (perchè nessun’altra cartolibreria della zona se ne vuole occupare)! questo significa che dobbiamo acquistare, da agosto in poi, TUTTI i testi IN CONTANTI per essere rimborsati dopo due mesi DALLA CONSEGNA DELLE CEDOLE (tempi tecnici necessari per il recupero delle cedole, la fatturazione, la lavorazione da parte del comune e il pagamento)!
    stiamo chiedendo al singolo genitore un importo che va da €20,00 per le prime ad un massimo di €42,00 per le quinte e questi soldi saranno ASSOLUTAMENTE rimborsati!!! chi ha mai parlato di un buono? non siamo ladri!
    purtroppo è facile accusare, ma come facciamo noi ad anticipare tutti quei soldi?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 4.0/5 (2 voti espressi)
  15. Raptus scrive:

    Anche io sono titolare di una cartolibreria a Frosinone e posso solo dire che siamo stanchi… Acquistiamo i testi, pagandoli già da giugno e distribuendoli gratuitamente già da luglio. Le cedole dell’anno scorso (testi pagati a giugno 2011) ci sono state pagate solo dopo il cambio dell’Amministrazione comunale e la revisione dei conti (siamo arrivati ad Agosto 2012). Nel frattempo a giugno 2012 noi abbiamo ricominciato ad acquistare i testi anticipando di nuovo i nostri soldi. Con la storia degli accorpamenti e degli Istituti Comprensivi quest’anno le scuole sono in ritardo con l’emissione delle cedole. Il circolo che di solito servo di più non ne ha emessa neanche una e ciò significa che forse io potrò vedere qualche soldo solo a febbraio (a conti fatti. Nel frattempo ho le commesse da pagare e anche la TARSU ovviamente, più tutto il resto delle tasse che ogni giorno aumentano… Quindi un libraio cosa deve fare? La cifra di cui sto parlando io personalmente si aggira attorno ai 30.000 euro (trentamila euro). Se mancassero trentamilaeuro nelle vostre case per colpa di negligenze, ritardi e quant’altro, voi non alterereste neanche un pò? Soprattutto dopo aver letto dello schifo della Regione Lazio… scusate ma io capisco bene l’ira e la rabbia dei colleghi: e come madre capisco anche i genitori, ma per voi può essere un ‘danno’ momentaneo di 20 € per noi è ‘qualcosina’ in più!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  16. MarcoM scrive:

    Salve a tutti. Abbiamo aperto da un anno e mezzo una cartolibreria a Roma e nella nostra zona siamo gli unici, quest’anno, ad aver preso l’impegno delle cedole librarie x le elementari. Anche noi abbiamo chiesto un anticipo per l’acquisto (da 20 a 40 euro), soldi che saranno rimborsati. Stiamo rischiando la chiusura se il Comune non paga entro i termini stabiliti. Non sappiamo se il prossimo anno rinnoveremo le cedole. Purtroppo le famiglie devono capire che non tutti hanno gli stramilioni e molti di quelli che, pretestuosamente, si lamentano versano in condizioni sicuramente migliori di noi. Parlo ovviamente per la mia esperienza. Siamo alla disperazione e nessuno sembra in grado di risolvere la cosa.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  17. stella scrive:

    Il libraio onesto è quello che non accetta apriori, le cedole, sapendo di non poter anticipare alcunchè o che vengono rimborsati dopo molto tempo, e no chi prima prende, dai genitori, soldi e cedole e poi se ne esce con un buono spesa.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  18. MARZIA scrive:

    nessuno ha parlato di buoni spesa, ma tutti di rimborso!!! facciamo attenzione a quello che si dice….cmq il libraio onesto e BRAVO è colui che, nonostante tutto, continua ad trattare i testi delle elementari per non lasciare i bambini senza libri!!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
  19. daniela miccinelli scrive:

    Scrivo dalla provincia di caserta,dove si sta prospettando una situazione analoga a quella di pomezia .Qualche giorno fa mi sono recata alla solita cartolibreria,per ordinare i libri di terza elementare per mia figlia e mi sono sentita dire dalla proprietaria della suddetta che quest’anno i libri si pagavano e che l’importo sarebbe stato rimborsato al momento della consegna dei buoni libro.In buona fede ho preso l’informazione per buona,pensando che si trattasse di disposizioni ministeriali.Soltanto oggi ho appreso che le altre librerie non adottano la stessa pratica.Mi sono sentita raggirata dalla malafede del “buon libraio”che ,pur di far soldi ha omesso ” una parte del tutto”(la migliore,avrebbe detto Totò). In conclusione ,penso che ancora una volta sono le famiglie a fare le spese ,a causa di politiche annose e perverse, condotte da malversatori e avallate da commercianti dalla mentalità truffaldina.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  20. Stefania scrive:

    Cari genitori vi spiego una cosa da moglie di un libraio di Roma dal 1992. Il problema è che le librerie che decidono di prendere le cedole librarie, devono anticipare di tasca loro diverse migliaia di euro( per una scuola elementare con 5 sezioni, si tratta di una fornitura di circa 20.000 euro.),che la libreria deve fatturare al comune con un intervallo di 1 mese l’una dall’altra…cioè posso fare la prima fattura il 1 di ottobre,è la seconda non prima del 1 novembre fino al massimo al 31 dicembre.Poi devo aspettare che il comune contabilizzi ognuna di queste fatture e che le metta in pagamento non prima di 30 gg dalla contabilizzazione.Su 20.000 euro di testi scolastici ,lo sconto ricevuto dalla casa editrice e’ del 18 %lordo cui va detratto il 3% di porto e imballo. Quindi tu se sei ricco ….hai anticipato in contanti 20,000 euro per guadagnarne dopo non si sa quando 3,000 cui devi poi detrarre le varie spese!!!!!!Non sarebbe più giusto che il genitore acquista i libri con i propri soldi e poi il comune provvede a rimborsare i singoli genitori?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  21. Stefania scrive:

    Ecco il motivo per il quale molte librerie non possono più permettrsi di anticipare una tale somma di denaro, non essendoci la garanzia di un rimborso veloce da parte dei comuni ne tanto meno un margine di guadagno tale da valerne la pena! Visto che poi il governo autorizza i vari supermercati nonché il famoso “amazon” a vendere i testi scolastici con uno sconto improponibile per le librerie!!!Ma di cosa stiamo parlando…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *