La settimana appena conclusa è stata ricca di commissioni a cui abbiamo partecipato.

Mercoledì 21 Settembre abbiamo partecipato alla Commissione Lavori Pubblici. All’ordine del giorno c’erano molti punti importanti ma vista la difficoltà della maggioranza a trovare i numeri per avviare la discussione, il Presidente Mirimich (PD) ha deciso di affrontare unicamente il primo punto all’odg: Informativa sulle nuove tariffe del servizio idrico.
Alla discussione erano presenti anche 3 dirigenti della società Edison. In commissione è emerso che il Comune di Pomezia ha un debito nei confronti di Acea (fornitrice dell’acqua) di circa 5.800.000 €. Parte di questo debito, pari a 1.800.000 €, è dovuto al fatto che le tariffe del servizio idrico non sono state adeguate agli aumenti del costo dell’acqua nel triennio 2005-2006-2007. A causa di questo debito, Acea si rifiuta di fornire maggiori portate d’acqua che consentirebbero di alimentare le torri piezometriche di recente costruzione come quella di S. Palomba. Visto che dal 2008 le tariffe del servizio idrico sono state nuovamente adeguate al costo della materia prima, non possono essere usati ulteriori aumenti della tariffa per coprire il debito. La nostra proposta in commissione è stata di tentare il recupero delle somme esclusivamente nei confronti degli utenti che hanno usufruito del servizio nel triennio 2005-2007, senza gravare indistintamente su tutti i cittadini. La società Edison ha dichiarato di avere i dati a disposizione per poter tentare un’operazione del genere.
Oltre a questo, i rappresentanti della Edison hanno comunicato che in virtù di alcune deliberazioni del CIPE (la n. 117/2008 e la n. 120/2001) le tariffe saranno adeguate per assicurare che gli utenti paghino per l’effettivo consumo di acqua, eliminando ogni forma di minimo impegnato e di convenuto contrattuale.

Giovedì 22 Settembre è stato il momento della Commissione Ambiente. In commissione si è discusso della prossima scadenza del capitolato del servizio di nettezza urbana con riferimento particolare al personale in forza alla ditta. La Commissione, all’unanimità, ha deciso di diffidare l’attuale ditta dall’assumere ulteriore personale a tempo indeterminato fino alla scadenza del capitolato (Maggio 2012). Questa diffida nasce dal fatto che la prossima ditta aggiudicatrice dell’appalto sarà obbligata all’assunzione di tutto il personale a tempo indeterminato attualmente impiegato nel servizio. La nostra posizione è stata concorde in quanto riteniamo ragionevole che in scadenza di contratto non si vadano a modificare i rapporti di personale. Abbiamo tuttavia ottenuto che si specificasse che tale vincolo si applicasse esclusivamente fino alla scadenza del capitolato attuale. Con il nuovo capitolato, infatti, andranno verificate le esigenze dettate dai dettagli del servizio.

Venerdì 23 Settembre siamo stati impegnati in Commissione Trasparenza. Avevamo chiesto nei giorni scorsi che si discutesse la nostra proposta sulla trasparenza degli atti amministrativi. La Commissione ha accettato i contenuti della nostra richiesta e all’unanimità si è deciso di inviare un invito al rispetto della normativa al Presidente del Consiglio Comunale, agli assessori e a tutti i dirigenti. Nella stessa commissione, ci è stato comunicato che si sta già lavorando all’inserimento delle delibere di Consiglio Comunale mancanti. Ci è stato anche comunicato che a partire da Gennaio 2012, le stesse potranno essere inserite più rapidamente grazie all’ausilio di un sistema informatico che consente l’automazione di gran parte del processo di pubblicazione (attualmente è richiesto molto lavoro manuale).

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.2/5 (5 voti espressi)
Le attività della settimana (19-23 Settembre 2011), 4.2 out of 5 based on 5 ratings
Tagged with →  
Share →

2 Responses to Le attività della settimana (19-23 Settembre 2011)

  1. Renzo scrive:

    Fabio, non si è parlato della Situazione Patriminiale dei Consiglieri ???

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *