Forse la proposta è folle, ma secondo voi sarebbe assurdo pensare ad una convezione tra il Movimento e le varie attività produttive locali?

Ormai siamo una bella comunità, siamo in tanti e pensare di potere instaurare un rapporto con il fruttivendolo, con il supermercato, il meccanico, l’idraulico, con la pizzeria o addirittura con una banca, non è proprio utopistico.

Noi andiamo ad acquistare i loro prodotti e loro ci garantiscono un trattamento “di favore”. Conviene a tutti.

Potrebbe essere anche una possibilità per chi è nel Movimento ed ha una attività.

Ciascun esercizio potrà apporre sulla propria vetrina un adesivo con su scritto “Questo esercizio è convenzionato con il Movimento 5 Stelle” e ciascuno di noi dovrà presentare un qualcosa che certifichi l’appartenenza al Movimento.

E’ Follia?

 

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.0/5 (1 voto espressi)
Convenzione, 4.0 out of 5 based on 1 rating
Share →

5 Responses to Convenzione

  1. Renzo scrive:

    Non sarebbe male l’idea….bisogna lavorarci, andando in giro a scegliere i negozi e a trattare lo sconto!!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • Gianfranco scrive:

      … oppure (o anche) prevedere che gli esercizi in convenzione in rapporto agli acquisti fatti da appartenenti al MoVimento si impegnino a una erogazione liberale per sostenere il MoVimento stesso…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Giuseppe Raspa scrive:

    L’intento di “avvicinare” i cittadini (ossia il Movimento) ai produttori ed esercenti locali non è affatto una follia. In commissione attività produttive abbiamo già presentato una proposta, derivata dal Programma Partecipato, che intende creare un circolo virtuoso tra produttori locali, esercenti e cittadini, con il fine di creare benefici a tutti.
    Abbiamo già contattato alcune aziende, ma il processo dovrà essere condiviso in larga scala, per definirne i dettagli. Ad esempio , oltre a vendere prodotti locali in mercati periodici, un produttore locale deve riuscire ad entrare nel mercato della ristorazione locale.
    In questi ambiti il cittadino deve essere coinvolto a partecipare e chiaramente, come suggerisce Enzo, deve anche averne benefici economici. La proposta di Enzo dunque la integrerei in questo percorso.
    I cittadini (ossia il Movimento) si impegnano a fruire dei prodotti locali, incentivando dunque l’economia locale. Per tale motivo invitare i produttori a sostenere economicamente i nostri sforzi con contributi volontari è una strada più che perseguibile

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. Giuseppe Raspa scrive:

    Il sistema monetario per attuare la proposta di Enzo è lo SCEC.
    http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.linkiesta.it%2Fcontro-la-crisi-arriva-scec-la-moneta-locale

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. enzo scrive:

    Interessante Giusé, però qullo che intendo io è un sistema meno complesso e macchinoso, che non necessarimamente deve coinvolgere un certo numero di attività e di soci. Do la mia disponibilità, quando sarà disponibile l’elenco, nel contattare le attività produttive locali.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *