Il programma Rifiuti Zero nasce da una organizzazione no-profit, “Zero Waste Alliance”, che ha tra i suoi ideatori e promotori Paul Connet. L’organizzazione mette a disposizione un gruppo di specialisti nella gestione dei rifiuti che preparano, dopo una fase di studio, un piano di azioni per rendere il ciclo “virtuoso” e arrivare ad un residuo di rifiuti inutilizzati prossimo allo zero, coinvolgendo cittadini e anche le aziende produttrici di vari materiali che successivamente entreranno nel ciclo rifiuti.

In Italia il primo comune è stato quello di Capannori, in Toscana, circa 45.000 abitanti (non molto diverso da Pomezia) che attualmente differenzia ad una percentuale vicina all’80%. Man mano altri comuni stanno entrando a far parte del progetto. Potremmo anche provare ad invitare Paul Connet qui a Pomezia, per promuovere la nostra campagna elettorale, magari con l’aiuto dello staff di Grillo. Cosa ne pensate?  Approfondimenti qui:

http://www.zerowaste.org/

http://www.zerowasteeurope.eu/

http://www.ecoblog.it/post/7179/paul-connett-e-la-strategia-rifiuti-zero

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
Programma Rifiuti Zero, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Share →

2 Responses to Programma Rifiuti Zero

  1. gerry.signorelli scrive:

    Dimenticavo: oltre alla raccolta differenziata porta a porta all’82% (per la precisione) hanno fatto anche: Compostaggio, -30% sulla tassa rifuti, Fonti Pubbliche, no alle bottiglie di plastica nelle scuole, latte alla spina, Detersivi alla spina, Eco”-Sagre”, pannolini ecologici , mercatino dello scambio, studi su come recuperare il 18% rimanente dei rifiuti indifferenziati….non si butta niente a Capannori grazie al programma “Zero Waste”!
    Potete seguire al link qui sotto il seminario tenuto dal Sindaco di Capannori, un esempio da seguire direi:

    http://vimeo.com/17570365

    Ciao

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Giuseppe Raspa scrive:

    Chi si occupa della gestione rifiuti al comune (soprattutto i tecnici) dovranno seguire corsi di formazione.
    Questo un corso che partirà tra poco dell’università di Modena e Reggio Emilia. Uno dei relatori è l’assessore ai rifiuti di Capannori
    http://www.eco-ambiente.unimore.it/

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *