Ieri sera noi del Movimento 5 Stelle Pomezia abbiamo partecipato alla conferenza pubblica organizzata dal Comitato No Corridodio Roma Latina. Abbiamo ascoltato con interesse le proposte del Comitato, che da anni affronta il problema e pensa ad idee alternative alla mobilità basata sull’autovettura privata.
Il Prof. Tamburino ha illustrato ai presenti la proposta di una rete di mobilità dell’area a sud di Roma basata su piccoli treni metropolitani ad alta frequenza. Ha inoltre messo in evidenza come dagli stessi studi della Regione Lazio, la costruzione dell’autostrada aumenterebbe il volume di traffico in ingresso alla città dove non ci sarebbe comunque la possibilità di smaltirlo.

Dopo tante belle parole propositive sono intervenuti gli esponenti politici di Ardea e Pomezia, ripettivamente il Sindaco Eufemi e il Vice-Sindaco Cenacchi.
Eufemi si è espresso in termini entusiastici nei confronti di un modello di mobilità alternativa all’automobile. Molto bene, peccato che non ci risulti che Ardea offra strutture per la mobilità ciclopedonale. Eppure il Sindaco ha l’opportunità di realizzare tali opere, di mettere in atto un piano di mobilità ciclopedonale e di realizzarlo. Ma non lo fa!
Cenacchi anche ha abbracciato la linea della mobilità alternativa ed ha rimarcato l’importanza della partecipazione dei cittadini. Strano che la pensi così, visto che l’Amministrazione che rappresenta tenta di lasciare fuori i cittadini da tutte le decisioni critiche per la loro vita.
Innanzitutto, al consiglio comunale del 20 Dicembre (in adunanza pubblica) non hanno consentito ai cittadini di assistere. Il consiglio comunale è stato riconvocato per il 27 Dicembre con 25 punti all’ordine del giorno e i cittadini “lontani” per le festività. Proseguendo, non ci hanno ascoltati quando abbiamo chiesto loro di coinvolgere i cittadini sulla valorizzazione dei beni che passeranno nelle disponibilità del Comune per effetto del federalismo demaniale. E ancora, dov’era Cenacchi quando abbiamo comunicato che nella strada di nuova costruzione 167-Vicerè-T. Alta si doveva costruire una pista ciclabile adiacente alla sede stradale (come previsto dalla legge)? Infine, a rimarcare l’ipocrisia di questi personaggi, Cenacchi si professa a favore della mobilità alternativa e poi accelera per la costruzione della TAV di collegamento tra Vicerè-Pontina-S.Palomba.

Insomma, a parole è facile, possono dire quello che vogliono ma le loro azioni li smentiscono!

E’ arrivato il momento di rimpiazzare questa classe politica fatta di “politici di professione”. La nostra è una politica fatta come servizio civile: cittadini incensurati, onesti che si occupano della propria città per un periodo limitato di tempo (al massimo due mandati); dopo torneranno al loro lavoro.
La nostra politica è fatta di idee, semplici e di buon senso. Idee che ogni cittadino può esprimere attraverso il nostro sito.

L’autostrada distruggerebbe molte aziende agricole, affossando un settore in forte crisi. Noi proponiamo di valorizzare le aziende agricole del territorio, riservando loro dei banchi del mercato per la vendita di prodotti locali. Proponiamo la realizzazione di un piano di mobilità ciclopedonale che permetta ai cittadini di spostarsi nella città, in sicurezza, a piedi o in bicicletta. Proponiamo di realizzare un collegamento con una metropolitana di superficie tra Torvaianica, Pomezia e S. Palomba.

Visualizza il nostro intervento:

Visualizza il filmato youtube

Click per visualizzare il filmato

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 4.9/5 (9 voti espressi)
SI alla mobilità alternativa e NO all'autostrada: a parole è facile!, 4.9 out of 5 based on 9 ratings
Share →

2 Responses to SI alla mobilità alternativa e NO all’autostrada: a parole è facile!

  1. Giuseppe Raspa scrive:

    Povero D’Avino. Fare il portavoce di Celori ( che si è ben guardato dal presentarsi) . Alla fine, quando non c’era più nessuno , ha detto ” Celori vorrebbe incontrarvi”

    BENE CELORI ! VIENI A TROVARCI ! CON CELORI L’AUTOSTRADA NON SI FA !!
    http://www.celori.it/2010/02/25/roma-latina-celori-pdl-%e2%80%9cda-che-pulpito-viene-la-predica%e2%80%9d/

    IL CELORI ELETTO PRESIDENTE DEL CDA AUTOSTRADE PER IL LAZIO E’ SICURAMENTE UN’ALTRA PERSONA.
    http://www.iltempo.it/roma/2010/12/16/1224380-oggi_celori_alle_autostrade_lunedi_giorno_maselli.shtml

    Finalmente la Poverini risarcisce con posti di potere i poveri consiglieri regionali PDL estromessi dalle elezioni regionali. Poveri cari. Come si fa a sopravvivere senza il potere?

    Dovete capirlo il povero Celori. Se non fa nuove strade , come fa, poverino , a rovinare tutto il paesaggio con il suo bel faccione (o della sua Minerva) massacrando i bordi delle strade ? O come fa a piazzare i suoi striscioni e cartelli abusivi ( vedi il cartellone che ogni tanto compare sulla Pontina all’ingresso di Pomezia) ?

    I politicanti che si sono presentati devono rispondere ai loro capi, che sono tutti “bipartisan” d’accordo sulla realizzazione ( si è visto negli anni alla regione) . Vedrete come si scioglieranno come neve al sole.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
  2. susanna scrive:

    Purtroppo si sta proseguendo per la realizzazione della “superpontina” a pedaggio. oggi c’è un’intervista sul messaggero con il viceministro Ciaccia che precisa la volontà di proseguire il progetto! dobbiamo fare qualcosa! distruggeranno parte del parco regionale decima-malafede con la costruzione del corridoio intermodiale tra l’A12 e la pontina per poi proseguire con l’ampliamento della pontina stessa che diventerà a pagamento con l’aggravio ulteriore per il portafoglio dei pendolari che non avranno alternative! grazie!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *