Come sempre sarò poco diplomatico e cercherò di andare al punto: Pomezia è una città spenta. I pub e i bar carini si contano sulle dita di una mano, non ci sono birrerie o locali in cui sia piacevole andare a prendere un cocktail e se ci sono sono troppo isolati, non invogliano la gente ad uscire a piedi e restare in città.

Propongo una detassazione ed incentivi per chi deciderà di aprire un luogo di aggregazione, pub, birreria, associazione culturale a Pomezia, dove sia bello incontrarsi in un’atmosfera positiva come avviene, ad esempio, nei baretti spagnoli: cocktails, stuzzichini e musica. Senza disturbare la Spagna, si potrebbe fare riferimento anche ai centri storici di Salerno o anche qui vicino da noi, a Frascati, centri storici dinamici e divertenti.

Propongo inoltre che gli incentivi vadano concessi a quei locali che saranno eco-friendly, quindi no a cocktails in bicchieri di plastica, tutto rigorosamente in vetro, lavabile e riutilizzabile. Raccolta differenziata all’interno del locale e chi più ne ha più ne metta.

Rendiamo Pomezia un bel posto dove fare una passaggiata o bere qualcosa in compagnia, senza dovere ogni volta farci 30 km per andare a Roma!

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (4 voti espressi)
Incentivi per l'apertura di pub e birrerie ecologiche, 5.0 out of 5 based on 4 ratings
Tagged with →  
Share →

12 Responses to Incentivi per l’apertura di pub e birrerie ecologiche

  1. Fabio Fucci scrive:

    Per le associazioni ne farei un discorso a parte.

    Riguardo ai locali eco-friendly è un’ottima idea. Ci metterei anche che si dovrebbero privilegiare i locali che somministrano prodotti artigianali, preferibilmente del territorio.
    La birra artigianale, per esempio, è ottima. Per il vino, si dovrebbe preferire quello locale, al più regionale.
    Magari si potrebbero anche evitare le bevande d’importazione per abbattere l’inquinamento da trasporto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Mr.vectrix scrive:

    io aggiungerei anche d’incentivare l’uso del latte crudo locale in questi locali e relativi prodotti caseari .
    perche’ no anche una bella colazione a km zero!!
    …creare con il comune un bel marchio di cui fregiarsi tipo “POMEZIA KM 0” incentivare cosi’ l’economia locale potrebbe essere possibile?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
  3. gerry.signorelli scrive:

    L’idea del marchio Km zero mi piace. In altre parti del sito era comparsa anche l’idea del marchio Pomezia DOP per i prodotti locali.
    Marchio “Pomezia Km zero” o “Colazione a Km zero” suona proprio bene.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. mariod scrive:

    gerry come al solito….hai avuto una bella idea!
    GRANDE!!!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  5. Francesco scrive:

    Bravo Gerry! E’ un’ottima idea!
    Cosi’ si unisce l’utile al dilettevole: da un lato si fa qualcosa in favore dell’ambiente e del territorio di Pomezia, dall’altro si promuove l’aggregazione visto che in alcune sere a Pomezia sembra ci sia il coprifuoco…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. reiner77 scrive:

    E’ vero,di posti dove poter andare ce ne sono pochi….dire che non ci sono però non è giusto nei confronti di chi sta lavorando come noi….cmq incentivare le attività è cosa buona e giusta,non si tratta però solo di pub e birrerie.Il grande problema è che aprire un locale,e ve lo dico per esperienza dato che sono il proprietario del Mama,senza prima rivalutare il posto è rischioso….mooooolto rischioso.Sarebbe un sogno la SANA competizione,il lavorare insieme,il progettare soluzioni di intrattenimento condiviso per tutti i locali ma purtroppo i vecchi gestori e le persone al potere NON vogliono.Andrebbe contro la loro divisione!E’ li che bosogna lavorare.Cambiare la gente al potere e la mentalità dei vecchi gestori che ancora lavorano pensando di essere negli anno 80 dove tutto era dovuto a loro dato che erano i primi!Ora basta!Ci vuole un’ondata di gioventù,idee nuove per far tornare,anzi no,per far diventare questo posto un ritrovo per tutti,anche da fuori!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
  7. reiner77 scrive:

    Il primo anno che ho aperto,questi vecchi che vi ho detto,senza far nomi,mi hanno letteralmente massacrato con finte vertenze,amici di amici nei corpi che venivano a fare prepotenze in borghese……..lettere minatorie…..poi hanno smesso,hanno capito che era inutile,ma dove pensiamo di andare così?E’ li che bisogna intervenire,poi sarà tutto migliore,la rivalutazione del territorio,gli incentivi per le nuove aperture o per le espansioni e ristrutturazioni,spiagge utilizzabili per eventi,locali e attività……..lavoriamoci!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  8. gerry.signorelli scrive:

    Ciao Reiner,
    il Movimento 5 Stelle come obiettivo ha proprio quello che dici tu (ma non solo): cambiare la gente al “potere”, cioè inserire cittadini onesti nella politica e nel comune di Pomezia.
    Sarei curioso se ci volessi raccontare qualche dettaglio delle pressioni che ti hanno fatto.
    Se ti va ovviamente.
    Magari Il tuo locale potrebbe essere il primo a proporre una cena ecolgica, niente piatti di plastica, birra o vino locale, carni locali ecc.
    Teniamoci in contatto.
    Buone feste.

    Gerry

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  9. Claudio scrive:

    Bentrovati, i nostri prodotti made in Italy, partendo da questo concetto si arriva ( per dove è’ possibile) al km zero, ma in primis (oltre l’inquinamento) e’ arricchire l’economia comunale, disciplina Dell aquisto,spesso si va a comprare fuori comune e lo si fa tante volte solo per abitudine,bisognerebbe riflettere sulle nostre azioni.
    Nella mia attività da un anno ho cominciato a selezionare le materie prime,obbligando i miei fornitori a portarmi prodotti made Italy,seconda fase sarà cercare dove mi è’ consentito prodotti del territorio.
    Grazie

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 5.0/5 (4 voti espressi)
    • lilos scrive:

      Forza Claudio! Pomezia (l’Italia) ha bisogno di imprenditori come te.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • Valentina scrive:

      La forza del M5S sono le idee e la partecipazione dei cittadini. Claudio ti aspettiamo alle assemblee pubbliche!

      VA:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  10. Renzo scrive:

    Claudio….clicca su INCONTRIAMOCI, ….ma poi vieni a portare le tue idee!!!
    Ciao.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *