E’ fondamentale che le istituzioni ( comune, scuole etc. ) siano parte attiva nel processo di trasformazione del concetto di Mobilità , non delegando esclusivamente le associazioni a tale compito.

La  determinazione e la disponibilità delle associazioni che operano sul territorio a favore  dello sviluppo  della Mobilità ciclabile , deve essere utilizzato dalle istituzioni , sinergicamente, per raggiungere l’obiettivo. 

  L’associazione  Grilli Pometini ha dimostrato , durante tutte le attività svolte negli anni, di valorizzare e promuovere sul territorio pometino la mobilità ciclabile, coinvolgendo le istituzioni e la cittadinanza. Ha  proposto un  Protocollo di Intesa ( che riporto di seguito) da discutere e successivamente sottoscrivere tra Comune ed associazione. ( era stato già  proposto circa un anno fa , purtroppo rimasto inascoltato).

Lo propongo come punto programmativo comunale, esteso a tutte le associazioni che realmente sono attive per la promozione della Mobilità ciclabile.

Premessa

La corretta organizzazione del traffico in ambito urbano richiede un’ampia e coordinata serie di interventi su tutto il territorio urbanizzato e su tutte le componenti della circolazione stradale. Varie commissioni , studi e leggi sia a livello sia Europeo che Statale (fino alla stessa Regione Lazio) hanno definito con chiarezza la necessità , le modalità e l’obbligo da parte degli Enti Comunali a realizzare una mobilità alternativa all’uso dell’auto propria.

Uno tra i principali punti di arrivo che le istituzioni pubbliche devono perseguire nella loro azione in materia di mobilità è quello di facilitare gli spostamenti per garantire buone condizioni di sviluppo alla società nonché a garantire a ciascuno spostamenti agevoli per accedere ai servizi e alle attività socio-economici (negozi, scuole, servizi pubblici, attrezzature collettive e luoghi di lavoro). Oggi il diritto alla mobilità è spesso confuso con il diritto a usare l’automobile in qualsiasi situazione, come se questo fosse un tipo di trasporto « perfetto e insostituibile».

La pista ciclabile è un elemento della mobilità al pari degli altri, non un elemento ludico o per il tempo libero (o almeno non solo), ma rappresenta una valida alternativa per gli spostamenti quotidiani effettuati con i mezzi privati (auto e moto).

 Le piste ciclabili sono indispensabili per :

 – Mobilita’ ecosostenibile (risparmio  risorse naturali , abbattimento dell’inquinamento  atmosferico e acustico )

– Mobilita’ anche per i non possessori di mezzi a motore

– Riduzione del traffico e degli incidenti

– Stimolare esercizio fisico senza raggiungere strutture sportive a pagamento

–  Aggregazione dei cittadini

– Stimolare il senso di appartenenza al territorio creando itinerari alla scoperta dello stesso

Un Piano della Mobilità  Ciclabile è uno degli strumenti attraverso la cui realizzazione l’ente Comunale risponde alle necessità sopra esposte.

Il Protocollo di Intesa

Il  Comune di Pomezia , Settore Lavori Pubblici e Pubblica Istruzione , e l’associazione Grilli Pometini  hanno intenzione di sottoscrivere un Protocollo di Intesa allo scopo di promuovere una rete di piste ciclabili nel territorio comunale, unitamente ad una adeguata informazione alla cittadinanza circa le alternative riguardo la  mobilità urbana.

Gli obiettivi

Attivare una collaborazione per valorizzare e promuovere sul territorio pometino la mobilità ciclabile, coinvolgendo le istituzioni , gli istituti scolastici statali e privati, le attività commerciali e la cittadinanza. Tale attività  dovrà essere il tramite, attraverso il quale l’amministrazione comunale dia inizio e persegua un reale progetto di mobilità ciclabile .

Le attività promosse

Ferma restando la valorizzazione della specificità e della peculiarità del comune e della Associazione, la sottoscrizione del Patto comprende un impegno nello sviluppo delle seguenti attività:

  • Patrocinio del Comune per lo svolgimento delle attività pubbliche
  • Promozione verso la cittadinanza di una maggiore conoscenza della mobilità ciclabile , mediante convegni, mostre ,cicloraduni e giornate “a tema”.
  • Diffusione della cultura di mobilità alternativa all’auto presso gli istituti scolastici , sia pubblici che privati di ogni livello, mediante attività che coinvolgano studenti/genitori/insegnanti.
  • Creazione di un percorso di lavoro comune, attivando anche la partecipazione di tutte le istituzioni interessate , di associazioni culturali , sociali, sportive e delle attività commerciali , atto a considerare tutto l’insieme della mobilità alternativa.
  • Analisi degli studi e norme sia legislative che  tecniche per la realizzazione dei percorsi ciclabili
  • Individuazione di percorsi e interventi sulla viabilità future ed esistente.
  • Promozione di un logo e slogan che permetta il riconoscimento  pubblico della attività svolta .
  • Diffusione delle iniziative ,sul tema , proposte dalle istituzioni e dalle associazioni , attraverso la rete informatica.

 

Sarà inoltre definito un sistema di misurazione del raggiungimento degli obiettivi del protocollo 

Il protocollo sarà convenuto e sottoscritto attraverso articoli che prevederanno

  • l’obiettivo comune
  • l’impegno delle parti
  • le modalità di applicazione e controllo del protocollo
  • la durata ed il rinnovo
VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
Mobilità ciclopedonale - Protocollo di intesa Comune / Associazioni, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Share →

4 Responses to Mobilità ciclopedonale – Protocollo di intesa Comune / Associazioni

  1. Stefano Di Nino scrive:

    Sono stato proprio ieri ad un convegno sulla sicurezza stradale e si è parlato molto di mobilità alternativa e si sono presentati molti progetti a riguardo, per Roma e Provincia, ne hanno discusso persone autorevoli con incarichi pubblici e molte associazioni insieme, il comune denominatore del tema in questione è stato propro la “Mobilità Alternativa”!!
    tra le tante associazioni hanno partecipato:

    http://www.calmamobilita.net/home/
    http://www.exlavanderia.it/ciclofficina/officina.htm

    ed altre associazioni di pedoni e vittime della strada

    che ritengo sia utile seguire…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Giuseppe Raspa scrive:

    bene Stefano, bene
    1) puoi fare un breve riassunto del convegno
    2) puoi tenetci aggiornati? Al prossimo convegno vorrei proprio partecipare. Avremmo sicuramente molti spunti per il nostro programma.

    Io e Gerry ( e forse qualcun’altro) abbiamo dato la disponibilità a creare un gruppo di lavoro sul tema Mobilità. Il Gruppo potrebbe essere l’eventuale contatto con questa C.A.L.M.A.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. Giuseppe Raspa scrive:

    edevo dire che anche noi potremmo fornire qualche spunto a loro. Di esperienza ne abbiamo fatta anche noi (e non poca) .

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. Stefano Di Nino scrive:

    A questo link potete leggere un anticipo: http://www.torvaianicalta.netsons.org/content/view/919/1/

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *