Inserisco una lettera protocollata al Comune di Pomezia

————————————–

Il federalismo demaniale mette a disposizione dei Comuni Italiani un elenco di beni , fino ad ora proprietà del demanio. Tale processo viene definito Valorizzazione.

In base alle disposizioni governative statali e dell’Agenzia del Demanio , veniamo a conoscere l’elenco dei siti che il Comune di Pomezia può attribuire al proprio patrimonio.

L’elenco, disponibile on line sul sito dell’ Agenzia, mette di fatto a disposizione del Comune di Pomezia alcuni beni (DI PROPRIETA’ DEI CITTADINI) , il quale può decidere se VENDERLI ( facendo esclusivamente cassa tentando di sanare il bilancio), non curandosi della destinazione futura o METTERLI A DISPOSIZIONE DELLA CITTADINANZA PER ESIGENZE SOCIALI, economiche e/o ambientali

Scorgendo nell’elenco, tra gli altri beni, LA TORRE CIVICA E LA CHIESA CON ANNESSA PARROCCHIA ed in base alle disposizioni del Governo e dell’ Agenzia del Demanio, che qui riassumiamo:

–          Ciascun ente dovrà garantire trasparenza informativa alla collettività circa il processo di valorizzazione”

–          “potrà indire forme di consultazione popolare, anche in forma telematica, in base alle norme dei rispettivi Statuti” .

–          “al fine di assicurare la migliore utilizzazione dei beni pubblici per lo svolgimento delle funzioni pubbliche primarie attribuite” .

CHIEDIAMO

Alla amministrazione comunale ed i generale a tutti gli organi eletti in consiglio comunale

1 ) L’elenco dettagliato e preciso dei beni riportato nel sito, in quanto poco chiari. Vi chiediamo di emettere ufficialmente un vostro elenco dei beni che passeranno nella disponibilità comunale

2)   Di COINVOLGERE in una CONSULTAZIONE POPOLARE i cittadini prima di decidere come valorizzare un bene.  Tale consultazione dovrà avvenire on line e dovrà essere possibile inserire proposte o progetti relativamente ad ogni bene disponibile. Inoltre tale consultazione dovrà , a nostro avviso, essere determinante nella decisione , essendo i CITTADINI i LEGITTIMI PRORIETARI dei beni.

3 ) Di NON VENDERE ma altresì mettere a disposizione dei cittadini i beni “comunali” (cioè in comune a tutti).   A nostro avviso la  grossa sfida per il futuro non è vendere i beni a privati.

Dato il nuovo piano particolareggiato, che prevede una MASSICCIA CEMENTIFICAZIONE, dare ai privati ulteriori spazi vuol dire far morire la città.  Nella selezione dei progetti di valorizzazione  dovrete assicurare che queste aree non diventino altre case, altri centri commerciali, ma per esempio polmoni verdi per la città . Per le cubature già edificate, i capannoni abbandonati all’interno di queste aree, devono diventare strutture sociali o servizi per il cittadino. Scegliere  di vendere semplicemente ai privati, per coprire temporaneamente deficit di bilancio, non è una scelta fatta per il futuro della nostra città.

La nostra associazione rimane a disposizione per organizzare e gestire  la consultazione popolare di cui sopra .

———————-

qui ulteriori info sul federalismo demaniale

http://www.meetup.com/movimento5stelle-pomezia/messages/boards/thread/9586768

CHIEDO A TUTTI GLI ISCRITTI DI INSERIRE PROPOSTE, PROGETTI , per la valorizzazioni di tali beni.

Altrimenti, senza una sollecitazione tempestiva, il nostro comune, ormai alla “canna del gas” per il bilancio , molto probabilmente tenterà di fare “cassa” ,   svendendo tali i beni  a favore di privati ( o amici)  che molto probabilmente chiederanno la possibilità di trasformarli in centri commerciali, palazzine etc etc.

Inserisco una  idea che stiamo proponendo al comune .

Un fabbricato ( magari un paio di stanze ) viene ceduto a tutta la cittadinanza di Pomezia ( ogni residente è automaticamente proprietario) . I cittadini affidano in gestione questo bene a tutte le realtà associative No Profit che da anni si trovano ad operare sul nostro territorio, per il bene comune, senza poter disporre di una sede sociale, per cronica mancanza di fondi.
Nella dirigenza non dovranno comparire personaggi politici e la associazione non potrà ricevere finanziamenti o elargizioni dai privati, al di là di piccole donazioni .
Ogni associazione dovrà semestalmente dimostrare una attività che permetta di occupare la sede, pubblicando on line gli incontri tra i soci e le attività proposte. I cittadini verificheranno se ha operato realmente per il bene comune.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (2 voti espressi)
Federalismo demaniale, 5.0 out of 5 based on 2 ratings
Share →

2 Responses to Federalismo demaniale

  1. gerry.signorelli scrive:

    Ciao, come ha scritto Gianfranco in un altro suo post,alcune di queste strutture potrebbero essere date a giovani band musicali.
    Diamo a Pomezia un po’ di musica!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Renzo scrive:

    Sarebbe fantastico un luogo comunale dato in gestione a Band musicali….
    …Ma ce ne sono?
    Io conosco la Band I Niente di Preciso ed anche un componente…..Voglio parlargliene!
    Se facessero richiesta…..hai visto mai!!!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *