In mezzo a questo fermento pre-elettorale noi del MoVimento 5 Stelle Pomezia iniziamo ad agitare la palude della politica pometina.
Forse perché, a differenza delle forze politiche di questo comune, noi poniamo dei vincoli di ammissibilità sui nostri candidati. I nostri candidati, cioè dovranno certificare di essere residenti nel comune di Pomezia, di non essere prescritti o condannati (anche in via non definitiva), di non aver ricoperto più di un mandato elettorale, di non essere tesserati con alcun partito.
Forse perché, a differenza delle altre forze politiche, non abbiamo una dirigenza e puntiamo al coinvolgimento dei cittadini nella stesura del programma e nella partecipazione alle nostre attività.

Forse per questi motivi ci è stata negata la possibilità di svolgere un incontro pubblico nella sala conferenze della biblioteca comunale. Incontro che si sarebbe dovuto tenere venerdì 5 novembre.
Il dirigente dell’ufficio cultura ha ritenuto di non doverci concedere l’utilizzo della biblioteca. Abbiamo già provveduto a richiedere la motivazione ufficiale di tale diniego ma per via verbale ci è stato già comunicato dallo stesso dirigente che “si rilascia l’autorizzazione solo per eventi culturali”.
E cosa sarebbero la diffusione della cultura ambientale, della mobilità alternativa, della valorizzazione delle risorse naturali come l’acqua? Non sono temi che vanno ad incrementare il bagaglio culturale dei cittadini?
E perché mai la sala conferenze è stata concessa in passato ad associazioni e cittadini senza che fossero posti vincoli sui contenuti?

Tornando alla mancata autorizzazione operata dal dirigente dell’ufficio cultura. Essa è completamente ingiusta e priva di fondamento. Il regolamento della biblioteca all’art. 1 recita: “La Biblioteca pubblica, servizio informativo e documentario di base della comunità, è un’istituzione che concorre a garantire il diritto dei cittadini ad accedere liberamente alla cultura, ai documenti, all’informazione; essa sostiene la formazione per tutto l’arco della vita, costituisce un punto di riferimento per le diversità culturali che compongono la società, contribuisce ad accrescere la consapevolezza dell’eredità culturale e a trasmetterla alle generazioni future.”. Esattamente quello che noi intendevamo fare nell’incontro del 5 novembre.
Ancora, all’art. 32: “Per utilizzare la sala conferenze, …, si deve presentare una richiesta scritta su apposito modulo, che va autorizzata dal Responsabile della Biblioteca, in base alle prenotazioni già esistenti.”. L’unica discriminante è la presenza di altre prenotazioni, e nel nostro caso non c’erano. Non ci sono, da regolamento, vincoli all’utilizzo della struttura pubblica.
Il dirigente è chiamato ora a rispondere delle sue azioni.

Noi intanto abbiamo spostato l’incontro nel locale La Kermesse, in Largo Catone 1, sempre venerdì 5 Novembre, dalle 17.30 alle 19.00.

Sia chiaro a tutti: noi non ci arrenderemo mai!

diniego-utilizzo-biblioteca

Click per visualizzare il rifiuto del dirigente

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (5 voti espressi)
Chi ha paura del MoVimento 5 Stelle Pomezia?, 5.0 out of 5 based on 5 ratings
Tagged with →  
Share →

2 Responses to Chi ha paura del MoVimento 5 Stelle Pomezia?

  1. mariod scrive:

    le elezioni si avvicinano per cui gli “scomodi” è maglio tenerli a “bada”……

    solo che non sanno che noi siamo e saremo sempre in Movimento per il cambiamento!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. giuseppe raspa scrive:

    Sarebbe oltremodo ancora più grave scoprire che il diniego sia avvenuto in base a pressioni esterne alla amministrazione pometina.

    Se è così il Dirigente lo deve dichiarare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!