I supermercati e i centri commerciali sono pieni di prodotti i cui imballaggi sono per lo più inutili. Le aziende produttrici “gonfiano” contenitori, scatole, sacchetti ed altro per invogliare all’acquisto i consumatori, seguendo dannose logiche di marketing. Questa pratica scorretta danneggia gravemente, in alcuni casi in modo irreparabile, l’ambiente.

Gli imballaggi derivati dalla plastica generano un enorme spreco di risorse sia per la loro produzione che per il loro smaltimento. Alcuni  tipi di plastica sono infatti praticamente indistruttubili e vanno a finire in discarica, negli inceneritori o addirittura dispersi nell’ambiente e nei mari.

Per limitare il problema dei rifiuti indotti dagli imballaggi inutili, propongo di prendere contatti con i commercianti per avviare o potenziare la vendita di prodotti sfusi. E’ molto semplice realizzarlo per:

  • detersivi
  • cosmetici e prodotti per il corpo
  • prodotti alimentari
  • latte
  • vino
  • olio

La proposta si rafforza se i prodotti provengono da aziende locali, consentendo così di abbattere anche l’inquinamento indotto dal trasporto.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (3 voti espressi)
Vendita di prodotti sfusi e misure per la riduzione degli imballaggi, 5.0 out of 5 based on 3 ratings
Share →

7 Responses to Vendita di prodotti sfusi e misure per la riduzione degli imballaggi

  1. mariod scrive:

    Concordo pienamente!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  2. Giuseppe Raspa scrive:

    è un progetto che si può condividere, a livello locale, con le catene commerciali , che sono più predisposte per tali scopi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. gerry.signorelli scrive:

    Ciao Fabio,

    secondo me questo post è importantissimo.
    Siamo letteralmente sommersi dagli imballaggi di ogni tipo e per qualsiasi prodotto.
    Accanto alla raccolta differenziata porta a porta secondo me dobbiamo proporre una politica di riduzione dei rifiuti a monte.
    Propongo di fare un volantino informativo in cui si danno consigli, magari con dei disegni simpatici che attirano più l’attenzione, su come diminuire i rifiuti alla fonte (es. prodotti sfusi, come giustamente hai scritto, ma anche detersivi fatti “in casa”..) o almeno comprare cose che siano ecosostenibili (es. tovaglioli in carta riciclata, bibite in bottiglia di vetro anzichè plastica)….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  4. Mr.vectrix scrive:

    questo sito dovrebbe essere il punto d’informazione per i cittadini di pomezia e d’intorni per conoscere i prodotti sfusi e i punti dove sono distribuiti (cavolo io per sapere che passavo tutti i giorni davanti al distibutore del latte ho dovuto usare internet ,e per fortuna c’era) per i detersivi l’ho scoperto per caso.
    sarebbe molto utile una sezione con un link dalla homepage tipo “prodotti sfusi” che riporti ad una pagina con prodotti e punti di distribuzione da aggiornare con il contributo di tutti
    ciao grazie

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  5. Mr.vectrix scrive:

    ops scusate ho visto che c’e gia il link per il latte e i detersivi…la fretta di scrivere e non leggere…
    spero in altri prodotti cmq

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. Mr.vectrix scrive:

    precisazione!!! a via di Santa Procula c’e’ il distributore di latte crudo e sulla mappa “milkmaps”
    non viene riportata…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  7. Francesco Cefalo scrive:

    Alcune città offrono in alcuni quartieri acqua alla spina e la puoi scegliere gratuitamente se prelevarla liscia, leggermente gassata o gassata, tutto cio’ farebbe diminuire drasticamente i rifiuti!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *