Continuando con il discorso iniziato nel post precedente, segnalo una alternativa alla soluzione precedentemente proposta.

Questa volta il protagonista del discorso è “PERSOPERPERSO” : http://www.persoperperso.com/

Vediamo di cosa si tratta.

Il sito non è altro che un’ area libera dove è possibile fare “acquisti” in un modo molto particolare, ridando valore ai tanti oggetti inutili che ci circondano e attraverso l’uso di una moneta virtuale denominata Valore. Quindi anzichè buttar via tanti oggetti non più utili  riusciremo a trarne un vantaggio sia noi che ovviamente l’ambiente!

Meno rifiuti più scambio!

Ciò che per me può essere inutile e da buttare per un’altra persona può essere esattamente l’opposto.

Ma come funziona?

Ogni utente, dopo essersi registrato gratuitamente,  può effettuare l’inserimento di  un oggetto nel sito. Una volta passato al vaglio dello Staff,  riceve dei bonus “Valore”. In particolare, ad ogni oggetto inserito l’utente attribuisce  un appropriato valore di stima, proprio come se lo stesse realmente vendendo e nel momento in cui l’oggetto sarà  “prelevato”  da un altro utente, acquisirà, dopo conferma di avvenuta transazione,  i “Valori” richiesti per la cessione dell’oggetto, che si aggiungeranno a quelli del suo conto personale. Una splendida idea quella di Persoperperso, che speriamo possa esservi utile per acquistare ciò che vi piace e per “liberarvi” di ciò che non vi piace più.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (1 voto espressi)
Ridare valore agli oggetti inutili, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Tagged with →  
Share →

One Response to Ridare valore agli oggetti inutili

  1. mariod scrive:

    l’iniziativa è carina, però sarebbe preferibile che gli scambi avvenissero di persona, evitando così che gli oggetti viaggino per chilometri.
    magari una soluzione sarebbe quella di organizzare dei mercanti del baratto itineranti, dando modo a persone vicine di incontrarsi e scambiarsi gli oggetti.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *