Pubblicare tutti gli atti comunali (di giunta e del consiglio) sul sito istituzionale del comune, prevedendo anche la possibilità di sottoporli a commento da parte dei cittadini.

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo articolo
Valutazione: 5.0/5 (2 voti espressi)
Trasparenza amministrativa., 5.0 out of 5 based on 2 ratings
Tagged with →  
Share →

7 Responses to Trasparenza amministrativa.

  1. odisseo scrive:

    Aggiungerei:

    1) la presenza sul sito di tutti i regolamenti (il regolamento edilizio sul sito del Comune di Pomezia non c’è! anche se mi sforzo non riesco a capire come mai!)

    2) la trasmissione in streaming dal sito istituzionale dei consigli comunali.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 4.5/5 (2 voti espressi)
  2. mariod scrive:

    concordo!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  3. giuseppe raspa scrive:

    concordo anche io . Trasmissione streaming dei consigli. Inoltre ogni consigliere può assistere ( anche solo come uditore) alle riunioni delle Commissioni , dove di fatto si decide tutto ? se non è così , vorrei che il consigliere eletto dal Movimento possa assistere a tutte le Commissioni che il Moviemnto reputa importante.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 4.0/5 (1 voto espressi)
  4. mariod scrive:

    aggiungo:

    1° pubblicazione di tutti proventi pubblici da parte di: sindaco, consilgieri e assessori.
    2° pubblicazione di tutti proventi pubblici da parte di: tutti i membri appartenenti alla “pomezia servizi”.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 4.0/5 (1 voto espressi)
  5. Giuseppe Raspa scrive:

    Propongo ulteriori temi , inserendo alcuni già esposti

    1) apertura alla cittadinanza (in numero minore in caso di problemi di spazio) anche ai lavori delle commissioni tecniche
    2) comunicazione on line (anche e soprattutto attraverso newsletter a libera iscrizione) della data di riunioni di giunta e commissioni , almeno 1 settimana prima
    3) dirette web ( e registrate in streaming) del consiglio comunale
    4) pubblicazione sul web di tutti gli atti di Consiglio, Giunta e atti vari di gestione , compresi tutti i lavori delle commissioni tecniche
    5) attivazione efficace della Posta Eelettronica Certificata , con indirizzi di posta per tutti i dirigenti , assessori, consiglieri e presidenti di commissione
    6) modifica o integrazione dello dello statuto comunale , per facilitare la partecipazione dei cittadini alle decisioni pubbliche, ed in particolare:
    – Discussione di proposte di iniziativa popolare con soglia del 1,5% degli aventi diritto al voto
    – Introduzione del referendum deliberativo ed abrogativo
    – Istituzione obbligatoria del bilancio partecipato con decisione della cittadinanza vincolante nella ripartizione delle risorse
    – Pubblicazione on line delle proposte che l’amministrazione vuole portare in consiglio , per invitare la cittadinanza a proporre idee e dar loro il diritto a votare le proposte inserite , prima di votarle in consiglio, attraverso un social network ufficiale ed interattivo del comune . In particolare dovrà essere incentivata e promossa tale consultazione su temi di urbanistica
    – Istituzione del difensore civico a nomina diretta dei cittadini
    – Istituzione del consiglio comunale dei bambini , come vero e proprio organismo di partecipazione attiva e decisionale delle bambine e dei bambini alla gestione della città

    In più l’amministrazione deve invitare ufficialmente le scolaresche pubbliche e private a partecipare ai consigli comunali.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
  6. Renzo scrive:

    legge 69/2009
    Art. 32. comma 5 (….l’ultima deroga è all’ 1 gennaio 2011 !!!!!!)

    (Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea)

    1. A far data dal 1º gennaio 2010, gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati.

    2. Dalla stessa data del 1º gennaio 2010, al fine di promuovere il progressivo superamento della pubblicazione in forma cartacea, le amministrazioni e gli enti pubblici tenuti a pubblicare sulla stampa quotidiana atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o i propri bilanci, oltre all’adempimento di tale obbligo con le stesse modalità previste dalla legislazione vigente alla data di entrata in vigore della presente legge, ivi compreso il richiamo all’indirizzo elettronico, provvedono altresì alla pubblicazione nei siti informatici, secondo modalità stabilite con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti per le materie di propria competenza.
    3. Gli adempimenti di cui ai commi 1 e 2 possono essere attuati mediante utilizzo di siti informatici di altre amministrazioni ed enti pubblici obbligati, ovvero di loro associazioni.
    4. Al fine di garantire e di facilitare l’accesso alle pubblicazioni di cui ai commi 1 e 2 il CNIPA realizza e gestisce un portale di accesso ai siti di cui al medesimo comma 1.
    5. A decorrere dal 1º gennaio 2010 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1º gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale, ferma restando la possibilità per le amministrazioni e gli enti pubblici, in via integrativa, di effettuare la pubblicità sui quotidiani a scopo di maggiore diffusione, nei limiti degli ordinari stanziamenti di bilancio.
    6. Agli oneri derivanti dalla realizzazione delle attività di cui al presente articolo si provvede a valere sulle risorse finanziarie assegnate ai sensi dell’articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, e successive modificazioni, con decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 22 luglio 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 226 del 28 settembre 2005, al progetto «PC alle famiglie», non ancora impegnate alla data di entrata in vigore della presente legge.
    7. È fatta salva la pubblicità nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e i relativi effetti giuridici, nonché nel sito informatico del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti di cui al decreto del Ministro dei lavori pubblici 6 aprile 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 del 2 maggio 2001, e nel sito informatico presso l’Osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, prevista dal codice di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)
    • Fabio Fucci scrive:

      Sull’albo pretorio online comincia a comparire qualcosa. Le delibere di consiglio ancora no, però.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Valutazione: 0.0/5 (0 voti espressi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Looking for something?

Use the form below to search the site:


Still not finding what you're looking for? Drop us a note so we can take care of it!